29 giugno 2013

Le toghe saranno rosse, ma Silvio rimane ineleggibile.

Attacco della Magistratura.. Colpo di Stato delle Toghe Rosse!

Lo scrissi già ripetutamente in passato e lo ripeto: quando dei giudici condannano Berlusconi, non compiono un colpo di Stato perché non lo accusano e non lo condannano e non lo fanno incarcerare per delle sue scelte politiche di varia natura o perché addirittura osò fondare un partito politico, bensì lo condannano per vari reati, specie economici (evasione, off-shore, corruzione, ecc.).

I pidiellini (nuovamente forzisti, tra poco?) vedono i magistrati come una lobby di potere che vuole sovrastrare l'elettorato e la politica, senza mettere mai in dubbio il diritto di un singolo di candidarsi nonostante le proprie beghe. Se una persona viene votata da milioni di persona, non significa che questa possa impunemente commettere reati e andare al potere senza entrare in aula di tribunale!

Questi sono criminali anche quando non commettono reati, se ragionano così!

Nessun commento: