11 luglio 2013

La pazzia dei credenti

I religiosi soffrono della sindrone di Stoccolma, perché pregano degli dei e tutti i personaggi a loro vicini, affinché li guariscono dai vari mali, quando loro sono mortali e sono pieni di guai proprio a causa della creazione voluta da quegli dei! Se quindi i guai e soprattutto la mortalità sono cose generate dagli dei, perché volergli bene e pregarli?
Pensate se un credente dicesse che dio è malvagio! La Chiesa crollerebbe. O crolla, o si vendica uccidendolo come fatto per secoli. 
Per cui appena nasci, i furbastri al comando, al potere, ti dicono che esiste dio e quindi che la chiesa deve esistere poi ti dicono che dio è buono e che i preti sono buoni perché parlano con lui.
Ambo le cose sono collegate e se son buone devono esistere anche se sono criminali e illiberali,
per cui si è cpstretti a credere in generale e a credere che siano buoni.


Ora, dopo il decennale boom di padre più Pio-Pio che pio, ecco la folla di cristicoli che vanno a trovare Francesco d'Assisi detto Santo, e c'é, come dice una del Tg1, chi lo prega affinché il proprio secondo bambino, dono di dio (pensavo di un impudico amplesso), non muoia come già avvenne per il primo.
Ma come!!!
Prima il "buon" dio vi fa generare figli in un mondo creato da lui dove si crepa nelle più disparate modalità, e voi continuate a pregarlo?
 

1 commento:

Inneres Auge ha detto...

se dio ci ha fatti a sua immagine e somiglianza, come dicono le "sacre" scritture: perché ha creato la violenza?

Basterebbe farsi una domanda come questa almeno una volta e si smetterebbe di credere in tutte le favole religiose