27 novembre 2014

Un po' di numeri sull'amianto

AMIANTO

CASALE MONFERRATO: dei due milioni di metri quadrati di tetti da bonificare, ne sono stati rimossi solo 6 mila. Servono soldi e una nuova discarica, perché la prima è quasi colma.
Il picco di morti causati dal polverino è atteso dal 2015 al 2020.

ITALIA: sono 33.610 i siti di amianto censiti. In Calabria e Sicilia persiste un vuoto di informazioni.
La maggiore concentrazione è nelle Marche e nell'Abruzzo.
La mappa sullo stato delle bonifiche indica che solo 832 sono i siti bonificati, 339 quelli parzialmente bonificati e 30.309 quelli ancora da bonificare.

Inoltre, secondo Alberto Oggé, ex presidente della Corte d'Appello, il disastro ambientale non deve andare in prescrizione perché gli effetti mortali delle fabbriche chiuse nel 1986, ma anche prima, non si sono conclusi allora, infatti le malattie come l'asbesto e il mesotelioma hanno un decorso molto lungo e il picco di mortalità non è ancora stato raggiunto. Ciò viene affermato basandosi sull'epidemiologia, scienza medica che studia le cause di una patologia e la sua incidenza. Si fonda su regole che definiscono la portata di un fenomeno e le sue cause.

Fonte: LA STAMPA

Nessun commento: