28 marzo 2010

Oggi è domenica

Che bella la domenica, è sempre una giornata serena: poche auto in giro, tanti in bici (coi figlioletti da strozzare quando invadono la corsia opposta nelle piste ciclabili, ihih) e i credenti vanno a messa dopo aver mandato a quel paese milioni di propri simili ai semafori, durante le code negli uffici, nelle assemblee condominiali, ecc.

Che bello, oggi è domenica e si va a votare: mi raccomando, vestitevi bene che domani sarà rivoluzione AH AH AH
Più che altro rivoluzione per qualche futuro politico che avrà il..futuro assicurato, grazie al fatto che proveniendo dal popolo, sarà da questo votato parlando di multe, zingari e così via. Mi piace la politica piena di ideali e mi piace la democrazia, anche se devo ammettere che preferirei la monarchia: non si sa mai che ci capiti un re illuminato.

Una domanda per i credenti:
capisco sopportare le guerre perchè nascono da nostri istinti naturali, ma come fate a non imprecare contro Dio (se non osate farlo contro il vostro, ce n'è un centinaio che appartengono al tanto vituperato prossimo) quando ci sono tempeste di vento?

Nessun commento: