5 dicembre 2010

Servito su un piatto d'argento

Giornalista del Tg1, mi pare Grazia Graziadei, che definirei famigerata per come trattò il processo Dell'Utri mesi fa (tra l'altro è un termine che adora il nostro premier, quindi non rompetemi), ad Angelino Alfano:

"Ma secondo lei come mai i media non sembrano considerare molto le rivelazioni sulla presunta trattativa Stato-Mafia del 1993 ai tempi del governo Ciampi?"

Risposta del ministro: "Probabilmente perchè attira di più il nome di Berlusconi"


Alfano, ministro della Ivstitia, non osa immaginare i titoli dei giornali se le centinaia di revoche del 41-bis fossero accaduti sotto un governo Berlusconi.
Non spiega però, il nostro amico siculo, del perchè di questa probabile reazione. Forse perchè amico e collega di Dell'Utri? Forse perchè retribuì e ospitò a casa sua Mangano? Forse perchè una volta giunto a Palazzo Chigi, le stragi si fermarono? Forse perchè lo scudo fiscale e la vendita dei beni confiscati ai mafiosi sono due "cagate pazzesche"?

Passiamo ad altre cavolate del Tg1.
Ben otto ciclisti sono stati travolti, oggi pomeriggio, da un'automobilista drogato e marocchino in Sicilia che procedeva a zig-zag.
Marocchino, marocchino, marocchino, non so quante volte l'abbiano ripetuto, eppure io che pedalo spesso ne vedo di italiani che guidano da ignoranti prevaricatori schiavi della velocità e menefreghisti del prossimo e dei suoi diritti all'ennesima potenza, ma quando un italiano guida male e compie incidenti se non stragi, mica si ribadisce la provenienza.
Se questo marocchino guidava una Mercedes è forse perchè la sua famiglia era ben inserita in società e non è forse questa società malata di scienza e tecnologia a fornir ci alcolici (che non sono mica vietati come gli spinelli) e motori (quante pubblicità vediano su giornali, canali tv e cartelloni?)
?

Stessa cosa sull'ormai celebre caso-Yara.
Un marocchino è stato fermato, ma non arrestato, dai carabinieri di Bergamo e nel paese della ragazzina vige ormai la legge catto-talebana dell'occhio per occhio, dente per dente. Cattolici e islamici sembrano finalmente dei veri fratelli.
Se ai bergamaschi non va di avere a che fare con gli stranieri, una soluzione ci sarebbe: non assumerli o, meglio ancora, compiere i loro mestieri. Non ci va poi così tanto..
Infine ci sarebbe da chiedersi come mai questi casi vengano tanto "pompati" dai media, mentre di tutti i morti in galera non se ne parla mai..

Ultima stronzata del TG1: "Squalo assassino a Sharm" (el Sheik se lo sono scordato, perchè ormai è un posto familiare per noi itaGliani che non sappiamo come buttare al vento i nostri sudati, uh, risparmi).
Assassino? Ma dai? E' uno squalo. Cosa deve fare, il solletico con la pinna??

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

In fondo pure MInzolingua è uno squalo ma mica lo chiamano assassino!
Marocchino marocchino... eh si si deve specificare. Perchè dicendo "un italiano ha investito..." puoi pensare che non l'ha fatto apposta ma che fossero imbecilli i ciclisti.

Dannox ha detto...

Vero, si accusano sempre i ciclisti solo perchè magari non stanno in fila indiana..d'altronde siamo nel regno delle magghene!