9 dicembre 2010

Ricerche di Yara

Le ricerche della ragazzina bergamasca misteriosamente scomparsa sembrano, giusto per sdrammatizzare un po', quelle che compiamo tutti quanti noi quando non riusciamo più a trovare un oggetto utile che improvvisamente non troviamo più sotto al naso.
Un articolo, una penna o un paio di occhiali che sembrano essere evaporati o teletrasportati dai fantasmi a cui molti credono. Cerchiamo nei posti dove siamo soliti sederci più spesso fino a giungere a svuotare lo sgabuzzino e ispezionare da finanzieri provetti l'automobile.
E poi ciò che cercavamo non si trovava proprio sopra quella scrivania? Sembra incredibile ma è così, a me almeno capita spesso così.

Perchè dico ciò? Perchè prima han cercato nella zona della palestra, ultimo luogo in cui è stata vista dalle sue amiche, e poi nei boschi e paesi limitrofi per ritornare, ora, alla palestra.
Secondo me è chiusa a chiave in bagno..

Parlando seriamente, solo in Italia sono migliaia le persone scomparse, sia minorenni (tantissimi, 1.000 solo nel 2009, si pensa ci sia un commercio di bambini stranieri) che maggiorenni e il fatto che i mass-media si concentrino su un caso solo mi disturba, mi fa paura, perchè come si suol dire creano una sorta di telefilm in modo da parlare per molto tempo di quel fatto, come fosse una cosa incredibile, mai successa (a vedere i Tg sembra che solo Yara Gambirasio e Sarah Scazzi siano scomparse) e grazie a ciò hanno la scusa per tacere di tante cose che riguardano lo Stato e tutti quanti noi
, ad esempio la corruzione per far passare parlamentari da una parte all'altra, i nepotismi alla faccia della meritocrazia, gli ordigni nucleari che abbiamo sotto i nostri piedi, le scorie radioattive che non si saprà dove mettere (ci daranno codesta informazione all'ultimo momento, forse), cosa cambia da una riforma elettorale all'altra, il super lavoro e il super inquinamento portato dalle feste natalizie, etc.
Pochi anni fa, da imberbe, pensavo davvero che fossero pochi i casi di omicidi in famiglia e di persone scomparse, quindi apprezzavo l'attenzione dei vari giornalisti alla Bruno Vespa, poi informandomi ho visto che la realtà è diversa e ho provato schifo e orrore per chi inutilmente parla, guadagnandoci sopra (facendone un business!), di questi drammatici fatti privati.

3 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Chiusa in bagno a masturbarsi? SArebbe una buona idea.

Dannox ha detto...

Daaaaaaaaaaaaaai ahahah
La prox volta ti censuro!

Inneres Auge ha detto...

Comunista!