16 settembre 2011

Illusi dalla crescita


Ph: Martin Parr

Non c'è mai stata una società così evoluta da produrre e consumare ogni cosa in quantità industriale e con velocità sempre più elevate.

Nonostante ciò c'è sempre una crisi economica a cui si risponde tagliando servizi sociali pubblici, aumentando anni di lavoro, tagliando le pensioni e facendo, come se non bastasse, sentire tutti quanti noi in colpa perchè non consumiamo abbastanza.

Praticamente il senso della vita non è più solo riprodurre questa vita, ma consumare e servire l'economia.
L'economia, una nostra ennesima invenzione verso la quale non c'è dominio da parte nostra, ma asservimento.

2 commenti:

Francesco Zaffuto ha detto...

cominciamo a far mangiare e far bere chi muore di fame e di sete in Africa e forse da lì possono partire idee nuove per questo mondo ...

Danx ha detto...

Pensa che hanno inventato una sfera tipo pianeta Terra per "salvare l'umanità". E quante persone ci stanno? E quanto hanno speso? Chissà quante persone potevano salvare già ora..