22 maggio 2012

Hanno subito trovato il mostro, anzi no

Quando succede qualche atto eclatante, l'attenzione dei mass media è pazzesca e ogni giorno, per infiniti giorni, si parla a vanvera di quel dato attentato o evento particolare, senza portare a galla nulla di vero, solamente qualcosa di realistico. E' questo il caso di Brindisi, dove un uomo al momento totalmente innocente è stato preso a "calci in faccia" da certa stampa, da certi siti, solo perchè con problemi ad alcuni arti e perchè di una zona di Brindisi vicino alla scuola.
Ma state zitti giornalisti e magari non trascrivete neanche la banalità del ministro Severino: "Un atto terroristico". Ebbè, che abbia voluto terrorizzare un bel po' di gente lo sapevo benissimo senza il tuo solerte aiuto!

Nessun commento: