28 giugno 2012

Quei geni dei cattolici

I cattolici non sono illuminati dal bene, ma sfruttano un'invenzione come la religione per vivere nella comodità e il pensiero di Gotti Tedeschi, ex IOR, lo dimostra.

Infatti secondo il suo pensiero, per risolvere i problemi (economici) si devono fare tanti figli.
"Per uscire dalla crisi è necessario un ritorno alla moralità, ma anche un ritorno a fare figli per stimolare la crescita economica" (link)
I figli, le persone dunque, come strumenti per l'economia. Cioè io dovrei nascere per il PIL e il profitto (tra l'altro, di pochi)?

Potete capire da questa frase che la vita non è quindi un dono come chiosano i cattoaffaristi per pigliarci per il culo, ma una nostra condanna ai lavori forzati per tenere in piedi il sistema, o semplicemente per curarsi degli affari di famiglia e aiutare i genitori. La vita nuova è un dono non per il nascituro (che non esistendo, non chiese mai nulla), ma per chi la crea.

Leggete questa trascrizione di una barzelletta raccontata da Gotti Tedeschi durante la presentazione di un libro di Tremonti, pubblicata sul sito QNM:

""Maynard Keynes e Adolf Hitler sono morti a distanza di un anno l’uno dall’altro. Nella barzelletta entrambi salgono al cielo (e già qui Tremonti inizia a sudare freddo, perché Hitler in Paradiso sembra quasi una bestemmia, ndr) e davanti al Creatore elencano i loro meriti. L’economista vanta come titolo di merito l’aver salvato il sistema capitalistico, mentre il Fuhrer si vanta di aver salvato l’occupazione: “Io ho salvato l’occupazione, perché sei milioni li ho mandati al fronte e sei milioni li ho messi a fabbricar cannoni”."
Il riferimento è agli oltre 12 milioni di disoccupati nella Germania pre-guerra, ma la battuta è comunque agghiacciante. In rete peraltro qualcuno fa notare come il presidente dello Ior abbia dimenticato i 6 milioni di morti nei campi di sterminio."


Persone come numeri, numeri come servi dell'economia, della produzione fine a sè stessa. Persone, quindi, come braccia robottizzate, come schiavi, come esseri che devono solo subire. I nazisti non erano mostri, erano il lato oscuro della nostra razionalità e imperante razionalizzazione patriarcal-capitalistica. Loro hanno semplicemente creato delle fabbriche che funzionavano davvero come fabbriche ovvero come luoghi innaturali e anti vita.

Inutile anche dire che più siamo, e più si vivrà in un ambiente depauperato, grigio, soffocante, pieno di morti sia per l'inquinamento, sia per il traffico, sia per le fisiologiche aggressioni che avvengono nei posti, come le città, dove tantissime persone si ritrovano a vivere confinate.
Ma sappiamo bene (o no?) che i religiosi e chiunque non critica il sistema, confindano, da veri patriarchi, nella crescita infinita sia della popolazione sia delle ricchezze, perchè sono come dei bambini che devono accumulare giochini e più che essere contenti del loro utilizzo, sono contenti dell'alto numero di questi da loro posseduti. Dovrebbero rivolgersi a mister Freud.

Nessun commento: