17 ottobre 2012

Siamo a New York, mica nel Terzo Mondo!

L'anno scorso a New York una giovane donna italiana venne brutalmente uccisa da un suo conoscere ossessionato da lei. La ucciso e poi pare che abusò di lei.

Un fatto orrorifico!

In questi giorni l'uomo è stato condannato, lui ha cercato di ottenere una pena inferiore adducendo come motivazione del suo insensato gesta una maledizione appiopatagli da qualche religioso.

Lo zio della ragazza italiana ha affermato che non si può badare a ciò, perchè "Siamo a New York, mica nel Terzo Mondo", disprezzando quindi tutto ciò che non è Occidente e/o occidentalizzato, eppure se ad esempio in Africa (ma mi pare anche in Centro e Sud America) va ancora molto la stregoneria, da noi al posto di stregoni, imam e quant'altro, abbiamo gente come il papa che si pone al di sopra di tutto perchè crede di parlare per conto di dio e di essere quindi l'unico uomo al mondo dotato di una morale così forte e giusta da obbligare la massa a seguirlo. Tutta la gente che segue il papa non è afflitta da una maledizione? Sì, allora dove sta la differenza col così detto "terzo mondo"?

Magari vivessimo tutti nel "terzo mondo", di sicuro non avremmo bombe atomiche sganciate con menefreghismo soltanto dagli occidentali..

Nessun commento: