17 gennaio 2016

Salvini contro i truffatori del cartellino

Oggi Matteo Salvini ha detto una cosa giustissima, che può essere tacciata di populismo da alcuni radical-chi immagino, ma che in relatà mi trova davvero d'accordo ed è quello che penso ogni qualvolta leggo e sento di dipendenti pubblici che fanno i furbi, che cioè o commettono corruzione o truffano timbrando il cartellino loro e dei loro sodali, per poi andare a farsi i fatti loro al bar, in spiaggia, in montagna, dall'amante, ecc.

Ha detto che questa gente deve essere cacciata immediatamente e che lavora alla faccia di quei tanti italiani senza lavoro che pagherebbero ora per poter timbrare ligiamente quei cartellini!

Io mi chiedo se queste persone sono davvero delle persone, se sono dotate di raziocinio e coscienza: ma lo sanno o non lo sanno (forse da dipendenti pubblici ben remunerati e protetti e con l'orario super corto - al pomeriggio trovate mai qualcuno? - non lo sanno) che vivono in un Paese pieno zeppo di disoccupati, precari, cassaintegrati e chi più ne ha più ne metta, gente che non riesce più a pagare il mutuo e ora si ritrova sotto i ponti, quando invece si tratta di bravissime persone che potrebbero benisismo fare il lavoro di questi truffatori, dei veri e propri CRIMINALI?!?!?

Nessun commento: