30 aprile 2009

Siamo tutti politici

Fini saprà opporsi alla politica delle veline?
Se sai dire: "votate noi o arrivano i comunisti" e "meno tasse per tutti (noi ricchi)", allora sarai un perfetto futuro politico del centro-destra (mentre per la sinistra valgono: "Berlusconi è in conflitto di interessi" e poi rimane tutto come prima! Oppure: "case agli immigrati", poi però: "una volta si poteva uscire la sera").
Ecco che ognuno, anzi, ogni bella ragazza, può fare una carriera strepitosa piena di servizi e servigi senza dover più lottare nei provini televisivi.
E' un semplice lavoro impiegatizio ma molto più remunerativo: impari facili nozioni, ti fai solide basi con cui controbattere l'avversario, la plebaglia sempre insofferente ed il gioco è fatto! Tanto non è il politico che legifera, prende solo ordini da chi gli "consiglia" che strada prendere...Pensate ad Obama, è al servizio dei finanzieri di Wall Street e dei servizi segreti e militari, mica del popolo!

E' incredibile la spudoratezza del partito-azienda, di cui è inutile menzionare il nome, sorto sulle ceneri di partiti sbriciolatisi per colpa della loro arroganza e tracotanza.
Se questi vecchi partiti della Prima Repubblica per decenni hanno fatto i loro sporchi comodi, è perchè all'interno del "Bel Paese" non fregava nulla di ciò alla gente, intenta com'era a correre verso il successo, lo "sviluppo" e a venerare il dio denaro, cosa che ancora oggi ci porta scalzi ed in ginocchio verso i centri commerciali, nuovi luoghi di aggregazione delle pecore, ehm di massa, come una volta erano le piazze col potere della Chiesa e dei monarchi dietro le schiene sottoforma di duomo o reggia.

Mani Pulite dunque non poteva cambiare l'andazzo del sistema-Italia, ma ha svolto il piccolo ruolo di un temporale primaverile che fa casino, ci sorprende, cambia in maniera incredibile e repentinamente le condizioni, ma poi tutto torna come prima perchè la maggioranza dei giorni scorre fra pioggerelle e caldi raggi solari che, nel sistema-Italia, a differenza del sistema-meteo, prendono la forma di intrallazzi, inciuci, leggi personali, manager e datori di lavoro iper-protetti dallo Stato, giornalisti col bavaglio, giornalisti lecchini premiati, massa presa per il culo con insulti e urla e cazzate dei fintality show e soldi buttati al vento nei quiz, nei rifiuti che prendono le strade dei cancerogeni inceneritori costruiti dai soliti noti, nelle aziende e banche sempre in verde grazie ai soldi dello Stato, ecc.

E' la gente che ciede semplicità, grezzosità anzi. Già la vita è complicata fra lavoro, famiglia, burocrazia, obblighi e convenzioni sociali a cui nessuno può dir di no, quindi si cercano risposte chiare dalla politica alle proprie domande di speranza e successo.
E cosa meglio della AGIF (da leggere al contrario) per queste due cose?
Il popolo non vuole appropriarsi del proprio bene comune, che sia elettricità, acqua, paesaggio, edilizia popolare, lavoro sicuro, per renderlo migliore, più efficente, senza grane, ma si vuole solo un capo da venerare che rappresenti i sogni più vuoti che esistano al mondo, ovvero mostrare, essere opulenti ed essere quindi molto materialisti, anche nei rapporti umani purtroppo.

Questa politica è la dimostrazione che i politici non contano un'ACCA.
Chi è di sinistra non si deve sentire superiore a ciò, siccome i politici di quest'area non hanno mai, ultimamente, cambiato in modo sostanziale le leggi per aiutare i poveri e i giovani. Come ci si può dichiarare facenti parte di un Paese civile se un onesto lavoratore dopo 35 anni di lavoro prende neanche 800 euro al mese? Come ci si può dire progressisti se si varano leggi per la precarietà giovanile? Come si fa a volere il libero mercato se quando si poteva distruggere Berlusconi col suo monopolio televisivo privato, non si è fatto niente (grazie D'Alema e Violante) e gli altri imprenditori stanno ancora aspettando di poter entrare nel sistema televisivo italiano (ogni altro paese europeo ha almeno 3 grandi gruppi privati nazionali, noi 1 e mezzo. Uno è Mediaset, l'altro Telecom ma LA7 e MTV hanno frequenza meno importanti)?

La soluzione sono le liste civiche! Che si parta dal basso per evitare schifezze nel territorio del proprio Comune. Mi raccomando!

Nessun commento: