9 giugno 2009

Buffoni a Strasburgo

2,7 milioni di fessi (e svariati altri per le altre liste) hanno votato Berlusconi alle elezioni Europee, pur non potendo quest'ultimo andare a Strasburgo, perchè ancora impegnato da Primo Ministro in Italia.
Quando si ha l'occasione di scegliersi gli eletti, una buona parte della popolazione non perde tempo per farsi riconoscere e genuflettersi al capo, anzichè prendere le proprie decisioni.
E' un comportamento comprensibile, il capo è lui ed è giusto che decida lui chi mandare a Strasburgo, altrimenti che capo sarebbe? Poi trovare il tempo di scovare informazioni sui candidati non c'è sempre, con tutte le feste in villa a cui i pidiellini sono invitati a partecipare...


Ovviamente è una battuta, il problema in Italia è molto più serio e riguarda l'informazione. Siamo ancora succubi della TV che rimane accesa durante i pranzi e i dopo cena e, oltre ad iniettarci dosi immani di pubblicità consumistiche ed inquinatrici (facendoci continuare allegramente a vivere col solito distruttivo stile di vita, non solo per l'ambiente ma anche per il nostro cervello sempre più stanco), ci mostra le facce e le parole dei soliti politici, come se la maggioranza debba sempre schiacciare una minoranza, tralasciando il fatto che magari quest'ultima è molto più intelligente e perspicace della prima.
Il Censis (link) parla chiaro ed afferma che le elezioni vengono decise dalla TV (quindi ha ben poco da dire La Russa a Cappato, il quale si lamentava della scarsa presenza in TV dei Radicali, che la gente vedrà senza problemi il simbolo dei Radicali nel momento in cui si reca a votare. Mi farebbe piacere sapere allora perchè da 15 anni La Russa sta sempre in Tv come i suoi capi e colleghi!), siccome solo 1/4 della popolazione legge i giornali e pochissimi si informano usando Internet.

Da quest'anno non ci saranno più i Radicali a Strasburgo, nonostante gli ottimi interventi del parlamentare europeo Cappato (ad esempio questo sulla crescita demografica e i suoi problemi. Link Youtube. E' un intervento estremamente intelligente che nessun altro parlamente ha mai osato fare. Altri suoi interventi qui.), sia perchè i Radicali non sono mai comparsi, se non in questi ultimi giorni, in TV, sia perchè, come dicevo prima, l'italiano non ha voglia di informarsi e se non viene imboccato dai "giornalisti" rimane a digiuno.
Come si può dunque facilmente notare, non viene premiato il merito, nonostante questo Governo sia contro i fannulloni (guarda caso non contro i non-controllori) e per la meritocrazia (infatti, è notizia recente che una tra le più brave alunne di una scuola napoletana, una ragazza ucraina, non potrà partecipare agli esami di Stato per il diploma poichè senza codice fiscale. Link notizia), ma la faccia (insomma...) e il servilismo, il parlare alla pancia e la rozzezza. Ovviamente mi riferisco anche ai leghisti che, hanno sempre più consensi cavalcando l'emergenza stranieri. Se ottengono tanti posti in ogni Parlamento grazie a ciò, avranno il desiderio di risolvere questo problema? Speriamo, ma non lo credo,

Ecco un elenco dei nuovi e vecchi grandi Parlamentari europei, ovvero la nostra rappresentaza politica in Europa.

Barbara Matera,
Iva Zanicchi,
Elisabetta Gardini
Sergio Cofferati
Magdi Cristiano Allam,
e fin qua ci si può scandalizzare, ma neanche tanto, siccome il bello viene ora:
Vito Bonsignore,
Aldo Patriciello,
Mario Borghezio e il suo giovane collega Matteo Salvini,

CIRIACO DE MITA e CLEMENTE MASTELLA...!!!


L'importante ruolo di parlamentare europeo (ma nei giornali e telegiornali italiani non si parla mai di cosa si combina a Strasburgo!) è affidato ad ex annunciatrici e presentatrici (Barbara Matera e Iva Zanicchi), a ciarlatani con comportamenti anti-sindacali (Cofferati), a intolleranti ed ignoranti (la Gardini, che si scandalizzò per la presenza di Wladimir Luxuria nei bagni femminili, a cui bisogna aggiungere ),
a corruttori (Bonsignore e le tangenti per l'ospedale di Asti e Patriciello, per la seconda volta, leader, anzi boss del molisano, indagato per aver messo l'acqua nei piloni autostradali di Venafro. Link 1 e Link 2), a fondamentalisti (Allam), a mangioni e truffaldoni prescritti (Mastella, ovvero il cavallo di Troia del Governo Prodi, Mastella il giustiziere di sè stesso che levò l'indagine Why Not a De Magistris, col quale ora se la vedrà direttamente a Strasburgo ad armi pari, Mastella, che recentemente, il 15 maggio 2009, è stato rinviato a giudizio, assieme alla moglie, dalla Procura della Repubblica di Napoli, per presunti illeciti nell'assegnazione di incarichi e appalti, link, Mastella, il disboscatore, siccome ogni giorno stampa 5 mila copie del suo giornale, senza venderne manco una! Link l'Espresso. Assieme a lui inserisco De mita, di cui Montanelli disse: "Dicono che De Mita sia un intellettuale della Magna Grecia. Io però non capisco cosa c`entri la Grecia"), a pazzi xenofobi (Borghezio, che in preda ad un raptus da casalingUa, decise anni fa di disinfettare un sedile di un treno su cui vi era seduta un'africana, e Salvini che ha proposto, forse come paradosso, posti a sedere nei tram per soli milanesi, in una Milano ormai africana...e prima ancora terrona oserei aggiungere).

Quanti di questi candidati ed eletti hanno parlato di Europa?
E quanti TG hanno parlato dei loro problemi giudiziari e morali?

5 commenti:

michele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Danx ha detto...

Ciao Michele, grazie del commento.

Anche io proporrei un bel test, come ho scritto in altri blog, per poter votare: domande e risposte sui 3 poteri dello stato, sulla costituzione, sui diritti e doveri, sul nostro passato, ecc.

La TV è una brutta bestia.
Avevo scritto 2 articoli a riguardo:

http://italiasenzavalori.blogspot.com/2009/02/televisione.html

+

http://italiasenzavalori.blogspot.com/2009/03/televisione-ii.html

Monica ha detto...

Che razza di rappresentanti! Ma d'altronde, riflettono in pieno cos'è la politica (ricordiamoci Noemi, che disse di voler fare la soubrette o la politica, come se le due cose fossero collegate...): letterine, ex cantanti ammuffite, ex attrici razziste, omofobe, ultracattoliche, intolleranti ed incapaci, vecchi arnesi riciclati...Questa è la politica italiana: una specie di centro raccolta differenziata! Per fortuna, ci sono De Magistris e la Alfano, a dare un po' di serietà...

Botolo ha detto...

i comunisti dopo le elezioni
http://fratellisberleffi.blogspot.com/

Danx ha detto...

Carino il tuo blog, Botolo :)

Monica, il problema è che la gente vota sempre e solo i partiti di massa, perchè ha paura poi di dire ai conoscenti che il suo voto è andato per un partitino fatto di persone oneste ma poco influenti, paura perchè poi forse si spezzerebbe quella catena che lega i rapporti umani, secondo me già distrutti in partenza dalle convenzioni.

Siamo liberi, ma abbiamo paura di ragionare e vivere da individui anzichè da pecore, vita quest'ultima molto più facile perchè si evita di pensare troppo.