19 settembre 2009

E' dura

Fra spacciatori "istituzionali" di coca e troie in strette manette, fra breccie di Porta Pia non più festeggiabili a Roma, fra ministri (Brunetta) che nei giorni del lutto nazionale per i militari morti in Afghanistan (o come direbbero certi deputati kafkanestan) augura alla Sinistra di "morire ammazzata", fra ragazze accoltellate e uccise perchè lesbiche o troppo emancipate contrariamenti ai voleri delle religioni dei familiari, fra scuole pubbliche che coi tagli del Governo devono auto finanziarsi e fra scuole di montagna che scompariranno, fra programmi spostati e giornalisti senza tutele legali (Report) e contratti firmati (Travaglio-Annozero), fra show dove il premier sfrutta il terremoto per attaccare chiunque senza il minimo contraddittorio (Porta a Porta), fra la giunta del Comune di Milano in procinto di essere sciolta tramite articoletti scovati dal furbetto Ligresti, fra militari morti che diventano eroi solo da morti, mentre prima erano solo militari, è veramente dura dare un senso a questa Italia!

2 commenti:

Gunther ha detto...

un senso ce l'ha ma non posso scriverlo

Danx ha detto...

L'unico senso è magnare fin che si può!
Saluti