22 ottobre 2009

Decidetevi

Scudo fiscale: per mezzo di questa legge, che sta già portando ingenti quantitativi di capitali sottratti al Fisco dall'estero, poche settimane fa Berlusconi, per propagandare la bontà di questa scelta, disse che i soldi che andranno allo Stato (5% da ogni ladro), verranno usati per l'Università e la Sanità (Link RomagnaOggi).

Per la democratica Garavini è solo marketing politico, siccome l'Università non ha bisogno di "soldi sporchi", ma di investimenti sicuri lungo gli anni (link PD).

"In arrivo soldi sacrosanti" (Silvio Berlusconi, 1 ottobre 2009. Fonte: Il Sole 24 Ore)
Già, ma per chi? Silvio dice, anche, per aiutare i poveri (già aiutare istruzione e sanità è un'impresa ardua, se ci mettiamo pure i poveri sarebbe stato meglio alzarla questa misera imposta). Allo Stato ne spetterebbero molti di più, siccome il contributore medio da più del 30%, mica il 5. Si può facilmente pensare che gli unici a guadagnarci, oltre agli amici mafiosi, siano le banche, come quella vicino ai Berlusconi, la famosa Mediolanum, che già a settembre, ovvero svariati giorni prima della voto in Parlamento, indicò questa legge ai suoi correntisti come grande opportunità (link Italia Senza Valori).

Avere una sottospecie di banchiere (che nasce imprenditore grazie a misteriosi miliardi fornitigli dalla Banca Rasini, link Wikipedia) nello scranno più alto del Governo non può che comportare leggi per eliminare i residui della crisi globale sulle banche.

Decidetevi a chi andranno questi milardi:
UNIVERSITA?
SANITA'?
POVERI?
VIA IRAP?
Si, addio all'Irap. Questo è un grande colpo di genio di Scajola (link La Repubblica)
, dopo che il No Global Tremonti si era detto a favore dei posti fissi (Scajola invece dice la "flessibilità" che ha generato 3 milioni di posti di lavoro. Lavoro...pensavo posti di schiavitù), dopo le ormai famose "uscite" contro le banche e dopo le favolette di Silvio a favore di quei settori pubblici (di cui sopra) con forti problemi.
Un centro destra indeciso quindi se aiutare il popolo nei suoi bisogni elementari (farsi curare in strutture idonee, senza rischiare di morire per un'operazione di appendicite; studiare con un congruo numero di professori; mangiare almeno un piatto di pasta al giorno...) o le aziende che, bisognose di soldi per investire in ricerca e in personale, succhiano ovviamente soldi, come le banche, a discapito del welfare.

Dai, facciamo fifty fifty e come va và!

Ma sicuramente, per il centro-destra, è più importante consumare che vivere bene e a me non sta bene.

4 commenti:

il Russo ha detto...

Questi soldi, se mai arriveranno, andranno per il taglio dell'IRAP, ossia: meno tasse all'imprese e lavoratori sempre più disoccupati senza ammortizzatori sociali e tasse invariate...

Danx ha detto...

Difatti il mio decidetevi era ironico.
Ovvio che han già deciso.
Prima le banche, poi le aziende...e la gente che muoia in ospedale come sempre :) anzi :(

www.iTch.it ha detto...

ciao! non avevo ancora visto il tuo blog ma ne approfitto ora per farti i complimenti!

i soldi dello scudo? stai a vedere che zitti zitti scompaiono pure questi?! ;-)

Danx ha detto...

Ciao e complimenti anche per il tuo.

Qualcuno ha visto il TG1 di stasera? Dal sito ho visto che han parlato del taglio dell'IRAP, ma al momento non posso vederlo. Problemi di player. Vorrei sapere se è stato nominato lo scudo o meno.

Lo scudo ogni quanti anni prevedono di farlo???
No perchè l'IRAP lo si paga ogni anno, quindi presumo che useranno altri fondi, altrimenti penso sia una balla colossala per pura propaganda.

Ma come si fanno a tagliare imposte (ICI e IRAP) e a fornire servizi ai cittadini?
Cosa vuole Silvio? Un deserto composto solo da produttori e consumatori?