9 luglio 2010

La Rassegna Stampa sempre sognata da Silvio

Ecco il risultato dello sciopero contro il ddl intercettazioni: edicole ricche di profluvi di elogi e sentenze a senso unico (e povere in fatto di pluralismo), anzichè una degna lotta fra chi si oppone e chi lecca il culo perché abituato da sempre a vivere così.

Niente Repubblica, Unità, Fatto, Stampa, Manifesto e neppure Corriere. Solo Giornale, Libero, Foglio, Padania, Tempo e Riformista (quest'ultimo parla di loggia P3).

Mai sciopero fu più amato da Silvio e dalle sue dubbie compagnie, guardate infatti quanti bei titoli che han cercato di realizzare il sogno di un'Italia a Sua immagine e somiglianza. Guardate che bei titoli tutti da una parte sola, con giornalisti fieri della loro faziosità, della loro lingua a disposizione sempre del più forte.

Libero (per la prima pagina clicca qui):

"Le intercettazioni sono un bavaglio alla giustizia" di Maurizio Belpietro (clicca qui);

"Fini ha 2000 badanti. I fedelissimi scarseggiano, ma si consola coi commessi: sempre di più e sempre più costosi" di Mario Giordano (clicca qui);

"Ma dove vuole andare
(Fini)?" di Franco Bechis;

"Il premier da ragione a Libero: Strumentalizzati i terremotati" di Miska Ruggeri (clicca qui);

"Le radici dell'odio contro Berlusconi. Cinque, stupide, ragioni" di Giampaolo Pansa (clicca qui);

"La Sinistra perde ancora: un giudice di MD in meno tra i togati del Csm" di Gianluigi Nuzzi (clicca qui).

Il Giornale (per la prima pagina clicca qui):

"Ma noi il bavaglio non ce lo mettiamo" di Vittorio Feltri (clicca qui);

"Berlusconi minaccia: Si vota. Senza alcun timore del terzo polo, un progetto destinato a fallire" di Alessandro Sallusti (clicca qui);

"Berlusconi mette i finiani con le spalle al muro" di Adalberto Signore (clicca qui);

"I golpisti mancanti del governissimo"
di Marcello Veneziani (clicca qui);

"Successi politici: Silvio straniero da noi, ma di casa all'estero" di Salvatore Tramontano (clicca qui);

"Bocchino: anima nera che si finge candida" di Giancarlo Perna (clicca qui);

"Gli altri terremotati: tutti a pagare le tasse. Gli aquilani sono scesi in piazza per ottenere le agevolazioni che il governo stava già concedendo" di Guido Mattioni (clicca qui);

"Così lavora la casta. Privilegi dei giudici: 1000 permessi in 6 mesi" di Anna Maria Greco (clicca qui);

"Il Csm va messo a dieta: ci costa 35 milioni" di Santo Versace (clicca qui)

"Più fondi per la polizia. Pagano le assicurazioni" di Gian Battista Bozzo (clicca qui);

"Fiat. A Melfi la Fiom fa prove di sabotaggio" di Pierluigi Bonora (clicca qui)

"Telecom. Ormai si sciopera per un mondo che non c'è più" di Nicola Porro (clicca qui).

Riassunto: Silvio è amato nel globo, Silvio può vincere benissimo anche senza Fini, i giudici sono degli spreconi e pieni di privilegi, i terremotati sono degli ingrati scostumati e chi sciopera non bada alle povere azienducole in rovina.

Il Riformista (per la prima pagina clicca qui):

"Opporsi alle leggi vuol dire saperle cambiare" di Antonio Polito (clicca qui);

"Finiti i pianti anti-finanziaria" di Fabrizio Goria (clicca qui);

"Lodo. Napolitano ha sbagliato. Il Fatto e Il Giornale non la smettono" di S.C. (clicca qui).
I giornali che hanno accusato il PD di aver proposto un emendamento salva Presidente della Repubblica, per Il Riformista non la smettono, quando invece han semplicemente replicato alle accuse del Quirinale;

"Aria di tregua sulle intercettazioni" di Alessandra Da Rold (clicca qui);

"Ecco quanto costano le mancate perforazioni. La Prestigiacomo vuole spostare due miglia più in là le estrazioni petrolifere, ma non cambia il rischio ecologico" di Marco Sarti (clicca qui).

Insomma, una giornata indimenticabile..e non ho elencato gli articoli del Foglio e La Padania. Per ora godetevi questi (io non li ho ancora letti tutti, ma lo farò).

3 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Io condivido le ragioni dello sciopero ma non la forma: imbavagliarsi contro la legge bavaglio. Mah...

Dannox ha detto...

Le cricche son ben felici di questo autobavaglio! ahah

Alessandro Cavalotti ha detto...

Ieri per Berlusconi è stato un giorno di vacanza...