31 agosto 2010

Il razzismo serve agli stronzi

Il razzismo sviscerato e attuato da svariati politici, governi e Stati europei, si pensi ai nostri accordi criminosi con la Libia e alla cacciata dei Rom e di tutti quelli che chiedono "elemosina aggressivamente", grande problema, dalla Francia, serve eccome.

Serve non per migliorare la sicurezza delle persone oneste, ma a questi politicanti da strapazzo per incamerare voti da gente indegna di essere definita sia umana che animale, infatti se è giusto odiare e voler cacciare (non arrestarli e liberarli o mantenerli nei CPT) gli stranieri che rubano (non che fanno elemosina!), uccidono e violentano, non si deve legiferare a tour court contro una certa etnia (i Rom appunto) o un certo gruppo di persone con in comune una stessa problematica (gli emigranti che scappano dalle dittature africane, da noi ben sovvenzionate: oltre che in Libia, alcuni italiani, tra cui Paolo Berlusconi, fanno affari in Eritrea, sempre in queste zone mega ditte italiane, applaudite da Frattini, costruiscono mega dighe che negheranno il diritto alla terra a migliaia di contadini i cui campi saranno allagati per il finto benessere della nuova classe media delle grandi città, ecco a cosa porta combattere la povertà, concetto relativo portato ad essere assoluto)
.

Voti ai politici di destra, dunque, ma perché? Perché la gente deve trovare un nemico, ovviamente facile da battere (solo pochi idealisti e utopisti se la prendono con le banche), tramite il quale sentirsi assediato e sfruttare così la propria aggressività repressa dall'etica della società.
Combattendo e annientando un nemico, non importa se vero o presunto, l'importante è che ne esista uno, ci si sente vittime per la loro intrusione nelle nostre vite, ma soprattutto migliori, perché questi nemici, questi stranieri, rappresentano come si suol dire il diverso, rappresentato anche dai pazzi che fino a pochi anni fa nascondevamo nei manicomi, perché la tranquillità borghese ricca di soldi deve prosperare senza inaspettate, ma vitali, urla.
Cacciando certa gente, molti si sentiranno finalmente in pace? Cesserà la delinquenza? Forse i "nazionalisti" non hanno mai considerato i "difetti" e crimini del proprio popolo..

5 commenti:

Blogger ha detto...

Ieri parlavo con un omosessuale che ce l'aveva con gli stranieri ( ma così, senza ragione, a priori ).
È sempre divertente vedere due minoranze autodistruggersi e notare come quella più ricca (gay, in questo caso), o piu' popolosa ( cittadini, cattolici, eterosessuali...) vinca sempre.
Istruttivo, no?

Un saluto.
Con pessimismo.

Blogger

Dannox ha detto...

Ciao Blogger,
come vedi ognuno ha bisogno di un nemico, anche noi, forse per sentirci più vivi, chissà.
Probabilmente i gay ce l'hanno con gli stranieri perché sono questi sono più fondamentalisti degli occidentali.

Anonimo ha detto...

per forrtuna ci sono degli stronzi come noi che investono in Africa creando opportunità di lavoro... gli africani con le vostre belle parole non vivono certo...SIETE VOI I RAZZISTI VERI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Dannox ha detto...

Anonimo, ma stai bene?
Propinare lo stesso tipo di società consumistica non è una buona azione, anche perché a guadagnarci saranno i soli grandi imprenditori e finanzieri.
La gente comune subirà tutto, così come noi subiamo ogni cosa della nostra società che però reputiamo normale e quindi non ci sentiamo vittime, pur essendolo.
Vai a esporre le tue "TESI" ai popoli tribali che vogliono vivere in ARMONIA, in stretto rapporto con la terra, con la natura, ma che VOI grandi civilizzatori distruggete per fare miniere e dighe.
SEI VERGOGNOSO, d'altronde sei un anonimo..

Dannox ha detto...

Ah, gli Africani non hanno bisogno di alcun lavoro, han sempre vissuto in pace prima dell'avvento dell'uomo bianco e di tutte le sue cose (armi, diamanti, ovvero bramosia di potere e possesso). Agli africani basta la terra e degli animali.
Magari potessimo tornare anche noi al primitivismo..Forse quando finirà il petrolio..speriamo presto!