3 settembre 2010

Meno posto fisso a voi, più posto fisso a lui

"Il posto fisso non è tutto, cercate Dio" (fonte: Ansa)

Fantastico Ratzinger che, come ogni buon cristiano, anziché spronare il popolo alla ribellione, cerca di fargli accettare la situazione (ed ecco spiegato il motivo per cui è la religione più amata dai dittatori).
La gente vuole il famoso "posto fisso in banca"?
Lui anziché elencare i lati negativi, dice semplicemente che non è tutto nella vita (ma va?) e che la bellezza di questa consiste nel cercare Dio.

Ora, se quest'essere onnipotente non riesce a farsi vedere, perché mai un piccolo essere umano dovrebbe poterlo fare e, soprattutto, chi c'è mai riuscito, a parte qualche povero contadinello che però vide solo la cosidetta Madonna (io da piccolo avevo due paure: quella di vedere la Madonna mentre scendevo le scale e quella di veder comparire Dio mentre tiravo l'acqua in bagno di notte, dovrei denunciare la Chiesa per abuso della credulità popolare e per avermi devastato l'infanzia con le loro teorie sovrannaturali)?
Ma soprattutto, se un essere umano ha bisogni essenziali molto terreni e poco metafisici, perché dovrebbe rinunciare ai primi, accettando magari nuove forme di schiavismo, in cambio della presenza (???) di Dio che non gli porta alcun beneficio alla pancia brontolante?

Tornando al Papa è palese il suo conflitto d'interessi, infatti se gli stesse a cuore solo la spiritualità non menzionerebbe il suo principale Dio, ma consiglierebbe svariate tecniche, teorie, letture, stili di vita per sentirsi migliori e in pace col mondo, invece ciò che ha detto gli serve solo per rafforzare il suo di posto fisso.

2 commenti:

Blogger ha detto...

Lui ha il posto fisso fino a morte certa, sono fortune queste.

Blogger

Inneres Auge ha detto...

Il papa dovrebbe andare nel Congo, nel Sudan, in Iran e dovunque ci sia terrore, miseria, a fare il pellegrino e rinunciare al potere. Altro che posto fisso