4 novembre 2011

Risolveremo il problema del debito pubblico. No, lo risolveremo noi! E poi noi!

Ogni anno da decenni c'è il teatrino dei politici d'opposizione che si lamentano della maggioranza che non sa affrontare e risolvere il problema del debito pubblico. Purtroppo, quando la minoranza diventa maggioranza e va a governare, non riesce a risolverlo e la nuova minoranza si ripresenta come valida alternativa che ci renderà un Paese sano dove la gente avrà mille opportunità e garanzie.

Non riesce a risolverlo, fondamentalmente perchè se si ha un debito, bisogna chiedere dei soldi che non si hanno per saldarlo, però questi soldi, anche se a volte vengono definiti "aiuti", producono degli interessi anche questi da saldare.

Io sinceramente penso che non cesserà mai il problema del debito pubblico, "anche" perchè gli Stati non sono sovrani dal punto di vista monetario: la moneta viene prodotta da banche private non controllate dagli Stati, sia prima quando erano nazionali, sia ora con la banca centrale europea, quindi se i soldi necessari a mandare avanti un Paese vengono comprati e non prodotti in autonomia, ci sarà sempre un interesse che creerà problemi nei conti di ogni Stato e le banche da cui si ottengono, in prestito, dei soldi, saranno sempre più grasse grazie all'irrisorio costo di stampa e ai forti interessi che faranno propri.
Ci si può fidare delle riforme approvate se non ideate dalla BCE? Se la BCE campa grazie ai debiti degli Stati, non vorrà risolvere alcuna situazione..

Ovviamente sono solo mie supposizioni.

Nessun commento: