3 ottobre 2012

I buoni cristiani del Vaticano praticano ancora oggi la tortura

Molto importante badare agli scatoloni di Ratzinger rubategli da Gabriele, come no.
Ma saranno affari vaticani??? No, sono affari mondiali, tutti dovrebbero sapere tutto, specie le condizioni di vita carceraria affrontate da Gabriele, ovvero cella minuscola (tanto piccola da non poter allargare le braccia) e luce accesa 24 ore su 24. Dicesi tortura.

Ah già, ma tanto il Vaticano mica ha ratificato la convenzione di Ginevra!

Molto più importante sarebbe il diffondere come i preti pedofili vengano difesi dalle gerarchie ecclesiastiche, ad esempio con la classica tecnica del cambio di diocesi. E tutti vissero felici e contenti.. e anche gaudenti. Col culo altrui, ovviamente!

Nessun commento: