18 aprile 2014

Alfano sugli scontri a Roma

Alfano, ma che taccia ogni tanto con sto tono supponente da meridionale arrogante e saccente!

Ma come fa a non vergognarsi di questa poliziaccia fascistaccia, perché di fascisti si tratta e perché di fascisti ne é piena zeppa, come fa a dire di NO al numero idenfiticativo sui caschi!
Se dice di NO a questa cosa, come si potranno mai punire le inutili e gratuite violenze? Lo dica chiaramente che per lui i poliziotti son tutti belli bravi e buoni e che non vanno MAI puniti, tanto in sto Paese ormai la situazione è chiara e pure colma!

Alfano E' solo un servo dell'imperante lobby fascista che da sempre vive all'intero della Polizia fino a renderla decrepita, come fosse un cancro, oltre che dei sindacati che garantiscono lavoro eterno, peggio della CGIL!


Alfano, oltre ad accusare i manifestanti, li minaccia pure ideando per loro il divieto ai centri storici.
Bene, tutti in periferia? Ma se dentro i cortei ci stanno dei delinquenti, pensa che questi poi non vorranno comunque andare sotto i Palazzi dei ladroni?

Come fa questo ministro (aiuto!!) a non provare orrore per una ragazza calpestata e per un ragazzo preso a calci in testa? Che razza di "ordine" creano gesti simili? E quando mai sbirri simili vengono puniti dall'alto? MAI..


FAI SCHIFO, FATE SCHIFO!!!

Nessun commento: