11 dicembre 2014

MAFIA ROMANA: Buzzi e Tor Sapienza

Sempre più arresti a Roma contro la cupola mafio-fascista che con minacce e corruzione si aggiudicava lucrosi appalti.

Oggi è venuta fuori una notizia molto interessante: come già avevo scritto tempo fa (QUI e QUI), dietro gli attacchi alla palazzina di Tor Sapienza che ospitava dei rifugiati/profughi africani, c'era l'estrema destra capeggiata dall'im-prenditore Buzzi, titolare di una cooperativa che voleva inglobare, diciamo così.., un'altra cooperativa, questa onesta, almeno m'è parso di capire, che appunto era nel "business" degli aiuti ai profughi a scapito della Cooperativa 29 giugno del Buzzi, il quale voleva essere il padrone assoluto di Roma.

QUI invece trovato un ottimo recentissimo articolo de l'ANSA dove trovate l'elenco dei criminali inquisiti e arrestati, tra cui:

Giovanni De Carlo: detto 'Giovannone'. Personaggio di spicco dell'organizzazione, il "ministro dell'economia" ma anche cerniera del clan anche con il "bel mondo" dello spettacolo e dello sport. Secondo quanto accertato dal Ros, De Carlo aveva rapporti con molte starlette della tv, come la show girl Belen Rodriguez, ma dava del "tu" anche a cantanti come Gigi D'Alessio. Teo Mammuccari si rivolge a lui per chiedere sostanze dopanti e il calciatore della Roma, Daniele De Rossi, lo chiama per chiedere "una mano" dopo una rissa in discoteca. De Carlo è legato ad Ernesto Diotallevi (indagato): per gli inquirenti i due sarebbero i referenti del clan nei rapporto con Cosa Nostra.

Nessun commento: