3 dicembre 2014

VACCINI e MUCCA PAZZA: TV fabbrica delle illusioni

Questo breve articolo comparso recentemente sul CORRIERE DELLA SERA mi ha portato a compiere la seguente e anch'essa breve riflessione:

Se la GGGGENTE ascolta e dà retta a questi "GIORNALISTI" (???), ovviamente laureati, e questo è un buon motivo per schifare l'istruzione calata dall'alto, come Sposini e Vespa, o a questi politici come Cameron (ricordo vagamente anche la faccia di un politico italiano intento a mangiare qualcosa, mi pare una triste mozzarella di bufala, triste non tanto per l'evento ma per il modo in cui vengono prodotte), significa che questi loschi figuri vengono visti, dalla massa di gente comune che poi parla, diffonde luoghi comuni e infine vota (gulp!) come ESSERI SUPERIORI E INFALLIBILI che PREVEDONO con certezza il FUTURO non soltanto loro ma di tutta l'umanità (o perlomeno di quella fetta a cui si rivolgono)

Praticamente affermano quanto segue:

"Se io, persona/personaggio famoso e importante, mi cibo di quell'hamburger, nonostante le dicerie sulla mucca pazza, è perché la vostra è solo una stupida fobia e io so che continuerò a vivere e voi anche continuerete a vivere, specie se vi ciberete ancora di questo prodotto". In realtà non sanno nulla, ma i politici e i giornalisti messi in TV dalla politica vivono di promesse ed illusioni. Idem Vespa sui vaccini. Mica è un medico. Che poi, anche se restassero in vita a lungo, ciò non vorrebbe mica dire che quel morbo e quei vaccini non siano presenti e in parte pericolosi. Vuol semplicemente dire sfidare la sorte.

E anziché dire: "Ragazzi, è giunta l'ora di modificare la vostra dieta poiché dietro il vostro cibo c'è una sequenza di terrore e morte senza fine!", dicono: "Continuate a vivere nello STESSO e IDENTICO modo di sempre".

Dov'è il PROGRESSO?

Nessun commento: