19 marzo 2011

Ferrara lobotomizzato

Ammetto che non ho seguito il programma di Giuliano Ferrara ("E fai bene!" direte voi) e solo ora, leggendo un po' in giro, mi rendo conto delle balle colossali che osa sparare via etere. Avete presente il macellaio, il barista, lo spazzino o il portinaio? Siamo a quei livelli!

Per sapere certe cose basta semplicemente aver fatto le scuole medie inferiori e sfogliare un quotidiano una volta a settimana (non Il Foglio che non avendo praticamente pagine, cosa sfogli?).


Lo so che il mondo è in mano ad approfittatori, a figli di papà, ad eredi miliardari, ad egoisti cattivoni e devastatori che cercano con ogni mezzo di instillare dentro tutti quanti noi le loro balle offerteci come vere convinzioni giusto per mandare avanti il sistema che li arricchisce, ma Ferrara è un cosidetto intellettuale (cioè uno che non ha neanche voglia di battere alla tastiera del computer, eheh) e, occupandosi di politica, certe cose non può non saperle, quindi dando per certo il fatto che mente sapendo di mentire, c'è da chiedersi se davvero i soldi possano portare una persona famosa a sputtanarsi pubblicamente.
I soldi cancellano la vergogna, il senso del ridicolo? Se ad esempio non conosco la gravità dell'incidente della centrale di Fukushima, non ci penso minimamente a sparare cazzate pro-nucleare come invece ha fatto qualche giorno fa un "giornalista" della Radio Rai, tale Forbice (qui l'audiovideo su Youtube).

O forse Ferrara, così come anche questo Forbice, pensa che la gente sveglia, i cittadini attivi o semplicemente informati, siano così pochi e che comunque basti lanciare 2-3 facili stilettate contro i nemici di Silvio per accaparrarsi il pubblico, la gente che si annoia ad ascoltare i moralisti di sinistra che ci guardano dal buco della serratura (mah)?

Nessun commento: