16 giugno 2012

Suicidio e ritorno

Mastella avrebbe dovuto suicidarsi un po' di tempo fa, ma oltre a non compiere come promesso questo inSANO gesto, non aveva neanche azzeccato, ma vabbè, certe previsioni si basano solo sull'odio personale, quindi niente di razionale.

Mediaticamente era in effetti morto, ma sa sempre come fare per tornare in auge grazie a delle sparate (verbali) che da sempre contraddistinguono il suo operato politico, anzi, il suo stile di vita:
"Punire chi raccomanda è una vergogna", perchè d'altronde se uno trova uno bravo, dall'ottimo c.v., bisogno di un lavoro, perchè mai non lo si dovrebbe segnalare?

Segnalare o raccomandare, intendendo con ciò dargli una proficua spintarella?
Bravo? Dall'ottimo curriculum? Lascialo decidere all'azienda statale o para-statale se tutto ciò è vero e se la sapienza di quel dato ragazzo può essere utile, perchè mettendo il faccione e la vociona del politico di turno, il giudizio finale sarà in parte truccato.

Nessun commento: