16 giugno 2012

L'Italia ce la farà o non ce la farà? Chissenefrega!

Lo Stato italiano riuscirà a mettere a posto i propri conti economici?
Chissenefrega, tanto i porazzi continueranno ad esser tali, non è che quando c'era la crescita economica forsennata degli anni 60-70-80, i poveri non venivano sfruttati sul luogo del lavoro, non abitavano in catapecchie, ecc.
Non cambieranno mica le nostre vite costrette a vivera nella miseria non solo economica ma morale e ambientale, anche perchè la democrazia, tranne durante i referendum (non certo piovuti dall'alto ma richiesti da pochi gruppi parlamentari, movimenti fuori dalle sale di comando), non è mai esistita, prova ne è il recente accordo Italia-Libia sui rimpatri forzati dei migranti e tutti i vari capi e dirigenti scelti e messi nelle varie istituzioni e aziende statali non certo dal popolo. Vorrei sapere cosa decidiamo noi a parte un simbolo di partito!!!
Ma speriamo che non solo l'Italia non ce la faccia, ma che tutto il sistema crolli, visto che è fondato sullo sfruttamento del lavoro umano e animale, visto che genera morti e feriti gravi sulle strade e morti nelle fabbriche. Decine al giorno di morti e centinaia di feriti!
E che dire dello spreco di risorse naturali, delle discariche, delle nostre vite regalate al consumismo?
Basta, non se ne può più!!!

Nessun commento: