30 dicembre 2014

Albania: niente sindacati?

Oggi Matteo Renzi si trovava in Albania dove ha incontrato il suo collega di questo Paese balcanico, ovvero Edi Rama.

Questo simpaticone, forse per fare una battuta, comunque brutta, o forse dicendo la verità, e la qual cosa sarebbe ancora più brutta, ha affermato che le imprese italiane devono andare ad investire in Albania "perché qui ci sono poche tasse (15%!) e non ci sono i sindacati!".

Come se i sindacati fosse cose astruse piovute dal cielo, come fossero delle locuste o dei guerrieri barbari o islamisti.. ma dai! Scommetto che invece una Confindustria albanese esiste.. e certo che esiste, non si sono mai visti i ricchi e potenti disorganizzati che non fanno lobby!

Ma cosa sono i sindacati?
I sindacati non sono altro che associazioni di lavoratori che rappresentano il loro lavoro, le loro rimostranze, i loro diritti e le loro richieste di nuovi o maggiori diritti. Niente di scandaloso, di brutto o pericoloso. Chi non li accetta è illiberale. I lavoratori, che usano la loro vita per mandare avanti imprese di qualsiasi livello e grandezza, meritano rispetto, dato che nessuno di loro si arricchisce a differenza dei capi e degli imprenditori, dato che non possono fare altro che lavorare e acquistare un appartamentino piccolo e brutto vicino al posto di lavoro e un'automobilina anch'essa brutta per recarsi a lavoro, mica un elicottero per andare al venerdi pomeriggio all'Isola d'Elba, Marbella, Ibiza, Hawaii o che ne so io!

Ce ne rendiamo conto o no che queste battute fanno schifo, che chi attacca i sindati è gente schifosa e che un comune lavoratore dipende è un pover'uomo che si sacrifica per due danari e per la pancia del padrone?

Nessun commento: