16 maggio 2015

SCUOLA E GENITORI COI FIGLI UBRIACHI CHE CASCANO DAI BALCONI

La mamma del giovane studente morto durante una gita scolastica, dopo una caduta dalla finestra dell'albergo, ha detto che la scuola le ha riportato a casa il cadavere di suo figlio, volendo ciò dire che la scuola lo ha ucciso.

BALLE!

E' ormai risaputo che negli ultimi anni sempre più giovani, minorenni, fanno un uso smodato, quindi un abuso, di alcol. Se a ciò aggiungiamo che i prof non possono certo stare appiccicati ai ragazzi h24, specie se gestiscono studenti degli ultimi anni delle superiori, mi pare chiaro come la colpa non sia della scuola, dei prof, del sistema, della società, ecc., ma soltanto dei genitori e dei ragazzi.

I genitori insegnano i problemi correlati all'uso anche solo regolare (?) dell'alcol? No!! Sono i primi a bere vino come spugne!
I genitori invogliano i propri figli a fare qualcosa di bello e utile? No! Insegnano solo a sfangarla a scuola studiando a memoria o a copiare.

Per cui cari genitori, andatevene a fanculo!

Nessun commento: