1 novembre 2009

Soldi = Fregatura

Ogni tanto ci penso...

Penso che noi lavoriamo tutto il giorno per quasi una settimana intera solo per comprare cose per farci giudicare bene dalla società, cose che in un altro mondo sarebbero completamente inutili. In un altro mondo, anzichè lavorare su scartoffie, lavoreremmo sulla terra e saremmo sempre sicuri di poter ficcarci nello stomaco qualcosa, invece qua no. Lavoriamo, la paga scende sempre di più e il cibo latita. Cibo? Plastica!

I primitivi han vissuto, mangiando e riproducendosi, senza automobili, computer ed energia elettrica. E nessuno può dire che non si deve tornare indietro, siccome il loro era l'unico mondo più naturale ed avventuroso mai esistito. Oggi viviamo annoiati fra le cose che abbiamo comprato il giorno prima in piena euforia. Siccome il consumismo dona felicità ad ogni nuovo acquisto, siamo in un circolo vizioso. L'unico modo per uscirne è dire no e vivere in modo selvaggio.

A volte vien facile pensare che non sempre abbiamo una coscienza critica, perchè se diciamo dei no, questi riguardano solo un piccolo aspetto del nostro mondo, non sono mai dei no in senso generale.

Riguardo alle automobili molti poveracci rischiano di non pagare più il mutuo per essere possessori di un'utilitaria che però, dopo 5 anni varrà pochissimo e dopo 8-10 niente. Tutti soldi buttati al vento.

A noi sembra normale viaggiare sulle strade, ma fino a poche centinaia di anni fa la vita si svolgeva nei bellissimi centri storici senza alcun bisogno di viaggi lontani (ora dei ciccioni pensionati che han fatto i fannulloni e gli arrivisti per 30-40 anni, girano per il mondo sfumazzando in cielo o per mare-cosa ancora più grave-per vedere posti che conoscono già tutti), si lavorava vicino a casa, magari nei cortili, nelle botteghe o nei campi non troppo distanti e le strade erano sterrate, completamente avvolte dalla natura. Oggi c'è solo desolazione e morte...e non si vedono le stelle!
Però abbiamo messo piede sulla Luna! Che culo, io di solito lo metto sopra il piscio dei cani negli angoli delle strade...

Internet potrebbe essere una cosa positiva, ma secondo me è alienante e, "parlando" con gli amici attraverso il computer, molte volte si evita di vederli dal vivo. Questa cosa mi fa paura e, sommando altri fattori miei personali, spero nei prossimi anni di non usarlo più. Internet dovrebbe essere usato come strumento per trovare degli sbocchi lavorativi, trovati questi, addio. Al giorno d'oggi ogni cosa nuova diventa subito di massa e cosi ecco spuntare miliardi di pubblicità e servizi inutili creati da gente che diverranno inutilmente e dannosamente miliardarie.

Gli ambientalisti han paura che il livello dei mari, causa riscaldamento globale, si alzi con conseguente distruzione di paesi e città.
Se si è dei veri ambientalisti non si può che esultare per la fine dell'umanità.

Siamo gli unici animali che distruggono il mondo in cui vivono per mero egoismo, tra l'altro fine a se stesso, perchè non porta da nessuna parte, è come se inquinassimo per divertimento, anzi no, viste le facce, per volontà di suicidio.
Non è certo per il dover andare in uno squallido ufficio impersonale e grigio e insozzato dallo sporco altrui, che il nostro inquinamento si giustifica. Così come non è giustificato dai regali che si fanno ai compleanni, natali e san valentini. Ogni nostra azione non porta da nessuna parte.

E se ci son le malattie non bisogna curarle, c'è bisogno di selezione naturale. ONLY THE BRAVE!

3 commenti:

..:: Symbian ::.. ha detto...

Nel 1973 Fabrizio De Andrè cantava...

Lo conosciamo bene
il vostro finto progresso
il vostro comandamento
"Ama il consumo come te stesso"


Leggi:
IO NON MI DIMETTO!
Cristian Belcastro Blog


Ciao

Danx ha detto...

Già negli anni 60 tutti erano felici all'acquisto di un televisore, per poi ripiombare nella più cupa depressione fino al prossimo acquisto.
E nulla è cambiato.

Odio Mediaset ha detto...

Internet può essere usato per varie cose. Usare internet per chattare con messenger lo trovo assolutamente ridicolo. Come trovo ridicolo anche Facebook per certi versi. Facebook è un ottimo strumento di marketing per pubblicizzare la propria attività o qualcosa che ci fa guadagnare. Tu dice bene, internet dovrebbe essere una fonte di guadagno non di svago. Penso al telelavoro che non si diffonde in Italia. Dimenticavo, si è annoiati perchè siamo plagiati dai falsi status symbol che i media ci propongono...