25 aprile 2011

Storico nonsense italiano

Prima festeggiano i 150 anni dell'Unità d'Italia, ignorando che si trattò di una guerra di conquista.
Poco dopo, incuranti delle conseguenze malefiche che i termini Patria e Nazione portano, festeggiamo la liberazione dal fascismo.

Ora e ancora per altri anni, però, diciamo "speriamo di liberarci anche dai berluscones", nonostante 20 anni fa circa avessimo goduto per la caduta di Craxi.


Allora che festeggiamo se una cosa porta con sè una disgrazia?
Lo vogliamo sì o no capire che gli eventi non sono decisi da noi e che la vita in questo mondo è un cerchio che prima ci fa gioire, poi piangere e poi reagire per tornare a gioire e, proprio a causa di questa gioia, non si bada a nuovi eventi pronti a farci sprofondare nella più cupa desolazione?

3 commenti:

Paolo ha detto...

perdonami, ma se dici che dobbiamo capire che non piossiamo che subire il destino della vita fatto di avvenimenti piu grandi di noi e poi dici "speriamo di liberarci" del berliusca, questo non puo' che avvenire solo se la gente prende finalmente coscienza che deve intervenire come massa , come numero , per avere peso e fare cambiare qualcosa...altrimenti è uno sperainDio e basta...non porta a nulla.

Danx ha detto...

Scusa, non ho messo le virgolette..ora sistemo così ti sarà chiaro il post.

Paolo ha detto...

ok ora è chiaro grazie...