6 ottobre 2011

Steve Jobs. Pro e contro di quest'era informatica.

E' da poco morto Steve Jobs, ovvero una persona a cui dobbiamo molto in ambito telecomunicativo, ma anche una persona che per fare miliardi ha tirato fuori dal cilindro sempre più aggeggi elettronici producendoli in quantità industriali, tra l'altro in Cina in aziende lager, e perciò altamente inquinanti, che come ogni altro aggeggio simile (tv, computer, consolle, telefonini, mouse, casse stereo, mangianastri, videolettori, autoradio, ecc.), hanno infestato il mondo creando anche discariche tossiche in Africa con bimbi che, ignoranti del pericolo, aprono queste scatolette cercando pezzi di metallo da rivendere per pochi cents.

Non vorrei trovarmi nei panni di un fissato con la Apple, pensando a quanto si starà struggendo.

Che poi sono milioni quelli che muoiono prematuramente dopo una vita di stenti e sfruttamento, però non fanno mai notizie se non quando crepano in gruppo..

3 commenti:

Cirano ha detto...

ha cambiato molte vite...non la mia.

Zio Scriba ha detto...

se dei gadgets tecnologici dal prezzo assurdo, e dei modaioli stoltus symbols (o delle frasucce banali da guru della pubblicità) cambiassero la mia vita... comincerei seriamente a preoccuparmi!

Danx ha detto...

Combinazione anche Marchionne disse robe simili alle sue da vero guru, ma alla fine sono dei venditori di roba che dopo poco finirà in discarica!