21 giugno 2012

Presidente dell'ombelico

E lo sapevo!

Tutti quanti, anche quelli che stanno in alto, considerati gli "er mejo", i più imparziali, i più vecchi e perciò più saggi, badano al proprio ombelico come l'uomo qualunque, come l'uomo comune, come l'uomo medio e il Silvio che sta in ognuno di noi.

Ora che si parla di intercettazioni fra un consigliere giuridico della Presidenza della Repubblica e l'ex ministro Mancino, anche l'attuale Pres della Rep parla male di questo metodo di indagini (per via della diffusione delle trascrizioni), come di una cosa da riformare, come di un problema da "risolvere con larghe intese".

Antonio Di Pietro: “Il presidente della Repubblica dovrebbe sapere bene che nessuno, neppure lui è al di sopra e al di fuori della legge. Prendiamo atto che avalla il comportamento dei suoi più stretti collaboratori che hanno tentato di interferire in una inchiesta penale in corso”.


Nessun commento: