18 giugno 2012

Reddito Minimo Garantito, atto di generosità in una società barbara

Niente contro le ragazze che si chiamano Barbara, che di solito sono bellissime; il "barbara" qui è inteso in senso dispregiativo con chiaro riferimenti ai barbari (o Barbari?).


Questo manifesto dice proprio bene! Il Reddito Minimo Garantito, che neanche i tecnici al governo vogliono istituire (eppure se sono tecnici, quindi esperti, dovrebbero conoscere i lati positivi di ciò, invece anch'essi sono ideologici, infatti, ad esempio, è risaputo che Mario Monti vada sempre in chiesa..) serve per dare a tutti quanti l'opportunità di crearsi una vita creandosi un lavoro o potendosi spostare maggiormente per cercarsene uno. Eviterebbe condizioni di povertà estrema nella quale vivono anche tantissimi italiani, ovvero i milioni di disoccupati, precari, licenziati, pensionati, ecc.

E' veramente assurdo continuare con politiche attuate da pochi benestanti, con milioni di poveri che non possono fare nulla. Ma come dice il motto, "sapere è potere", perciò i porazzi non riusciranno mai legiferare perchè oltre a non essere dei tecnici specializzati, non hanno le conoscenze di marketing, diciamo così, per poter entrare nel gotha di ogni dannoso ambito umano (politico, industriale, finanziario).

Bene, continuiamo a farci del male, forza poveracci, votate PD o PDL, che alla fine ciò che conta nella vita è il "credo", la "fede", il "tifo". Continuiamo così, con gente che ha lavorato una vita ma è costretta a rovistare nella spazzatura!

La Fornero ha sempre una giustificazione o una scusa per dar contro agli italiani: se i giovani non lavorano sono mammoni, se gli italiani vogliono il R.M.G. è perchè sono dei mangia spaghetti a tradimento. Da tecnica passa in fretta a populista, anzi, a deficiente (ma forse sono sinonimi!). Lei che ha e ha avuto mille incarichi, come può pretendere che la gente lavori se chi lavora ha, appunto, diversi lavori e continua a lavorare oltre passati i 60 anni come nel suo caso (anni: 64)?

Nessun commento: