26 ottobre 2011

Ma basta con Berlusconi


Non ce lo si leva dalla testa, è ancora al centro delle attenzioni di tutti e la gente sa dire più velocemente il suo nome che il proprio, è assurdo.
Berlusconi è solo un politico che, lo sappiamo bene, fa vergognose leggi per sè e i mafiosi e stupide leggi economiche. Basta, è inutile dire altro.

Tutti quelli che si sentono degli eroi facendo battute sul suo conto, sui suoi difetti umanissimi, forse non lo sanno ma fanno solo il suo gioco, cioè riempire l'etere col suo nome e distrarre.

Ma cosa volete che cambi senza Berlusconi?
La gente che scende in piazza per protestare contro il precariato è più malata di mente di Berlusconi: che si lamentino coi loro datori di lavoro, ma forse trovano le p.. il coraggio solo tutti uniti in un branco omogeno, mentre da soli nella vita quotidiani sono dei conigli ligi alle convenzioni.
Ma poi in cosa sperano? Di divenire felici col posto fisso? Secondo me si suiciderebbero dalla monotonia.

Avere un obiettivo nella vita è ciò che ci vuole per sentirsi vivi, ma se l'obiettivo è abbattere, per di più uno ininfluente verso le proprie vite, è solo uno spreco di tempo o una scusa per non badare alla propria insulsa vita.

Nessun commento: