31 dicembre 2011

I morti del 2011

Il primo e forse il più importante morto del 2011 è un 26enne tunisino

venditore di frutta e verdura che il 17 dicembre 2010 si diede fuoco in

segno di protesta verso il governo e le autorità della Tunisia (gli

confiscarono la merce per problemi di licenza, così sembra) e che morì

il 4 gennaio a causa delle ustioni.
Il suo nome era Mohamed Bouazizi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mohamed_Bouazizi

Il 6 gennaio morì un'altra attivista, Susana Chavez, una giovane donna

messicana che si è sempre battuta contro il "mistero" delle donne uccise

o sparite nel nulla a Ciudad Juarez. Per il suo assassinio, furono

arrestati tre 17enni.

http://it.wikipedia.org/wiki/Susana_Chávez

A causa di un'infezione virale, che la mandò in coma, il 6 gennaio morì

la 17enne sciatrice azzurra Simona Senoner, mentre era in ritiro in

Germania..

http://it.wikipedia.org/wiki/Simona_Senoner

Pochi giorni dopo, sempre in Germania, morì la giovane 23enne pornostar

Sexy Cora a causa di due arrestati cardiaci conseguiti il primo durante

un'operazione chirurgica per aumentare le dimensioni dei seni, il

secondo durante il trasporto in ospedale.
Rischiò già la vita nel 2008, quando tentò di battere il record di

rapporti orali consecutivi (al 200° svenne e fu ricoverata).

http://it.wikipedia.org/wiki/Sexy_Cora
http://d.repubblica.it/dmemory/2011/07/23/attualita/attualita/067cor7526

7.html

Il 26 gennaio è morto un attivista ugandese per i diritti delle

minoranze sessuali, il suo nome era David Kato Kinsule.
E' stato assassinato a colpi di martello, in casa sua, dopo aver vinto

una causa contro una rivista che aveva pubblicato il suo nome e la

fotografia del suo volto, definendolo "omosessuale da uccidere".
Nonostante questo brutale assasssinio, il governo ugandese continua a

negare i diritti umani agli omosessuali.
Anche il sacerdote addetto al funerale, si scagliò contro gli

omosessuali, scatenando disordini fra gli amici di Kato e il resto della

comunità del suo paese.

http://it.wikipedia.org/wiki/David_Kato

Monica Esposito, storica delle religioni. Morta il 10 marzo per una

malattia cardiaca.

http://it.wikipedia.org/wiki/Monica_Esposito

Il 12 marzo ci lasciò la famosa cantante Nilla Pizzi, all'anagrafe

Adionilla Pizzi, nata nel 1919.

http://it.wikipedia.org/wiki/Nilla_Pizzi

Il 18 aprile morì a 47 anni l'imprenditore piemontese Pietro Ferrero,

figlio dell'uomo più ricco d'Italia, Michele Ferrero, a causa di un

infarto mentre si stava allenando in bicicletta.

http://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Ferrero_(imprenditore,_1963-2011)

Il fotografo di guerra Tim Hetherington morì in Libia, a Misurata il 20

aprile, nel corso della guerra civile.
Nel corso della sua carriera, lavorò 10 anni in Africa, documentando gli

effetti delle guerre e ingiustizie sulla vista quotidiana in Liberia,

Sierra Leone, Nigeria, ecc. Lavorò anche in Afghanistan, dove realizzò

una fotografia che gli valse il premio del World Press Photo of the Year

2007.

http://it.wikipedia.org/wiki/Tim_Hetherington

Il santone indiano Sathya Sai Baba è morto a 85 anni il 24 aprile.

http://it.wikipedia.org/wiki/Sathya_Sai_Baba

Che vita strana quella di Erhard Loretan, alpinista svizzero morto il 28

aprile e nato nello stesso giorno del 1959.
Fin da giovanissimo, 23enne, scalò gli Ottomila e fu il secondo, dopo

Reinhold Messner, a scalare 14 Ottomila senza ossigeno supplementare.
Nonostante queste abilità da supereroe, nel 2003 causò la morte del

figlio di 7 mesi scuotendolo violentemente ("sindrome del bambino

scosso"). Se lui causò la morte del figlio, fu sua moglie a causa la

morte di Erhard, precipitato per oltre metri nel canton Vallese.

http://it.wikipedia.org/wiki/Erhard_Loretan

Il 30 aprile è il turno di uno dei figli del dittatore libico Gheddafi.
Il 28enne Saif al-Arab Gheddafi morì a seguito di un intervento Nato,

mentre guidava le sue milizie anti-ribelli.

http://it.wikipedia.org/wiki/Saif_al-Arab_Gheddafi

E il 2 maggio è il grande giorno dell'assassinio di Osama Bin Laden.
La diabolica mente di Al Qaeda venne ucciso da un gruppo di militari USA

giunti appositamente nel suo covo, scovato grazie ad azioni di

intelligence già nell'estate 2010, posto vicino alla città di Islamabad,

in Pakistan.

http://it.wikipedia.org/wiki/Osama_bin_Laden

Tragico Giro d'Italia, quello del 2011.
Nella terza tappa, lungo una discesa in provincia di Genova, morì il

corridore belga Wouter Weylandt, dopo aver sbattuto la testa contro un

muretto. Il corridere aveva il casco (obbligatorio da anni).

http://it.wikipedia.org/wiki/Wouter_Weylandt

Il famosissimo, almeno negli anni '80 e '90, wrestler di origini

italiane "Macho Man" Randy Savage (all'anagrafe Randall Mario Poffo),

morì il 20 maggio a 58 anni durante un incidente stradale, causato,

sembra da un infarto che gli fece perdere il controllo dell'auto, poi

schiantatasi contro un albero. Con lui viaggiava la moglie che invece si

è fortunatamente salvata riportando lievi ferite.
Fra i vari premi, vinse per due volte il WWF (World Wrestling

Federation) Champion.

http://it.wikipedia.org/wiki/Randy_Savage

Il 23 maggio, purtroppo, è il turno di un altro ciclista.
Lo spagnolo Xavier Tondò ci lasciò il 23 maggio a causa di un incidente

domestico: venne schiacciato dalla porta del garage mentre si apprestava

ad uscire per allenarsi in bicicletta.
Nel 2007 vinse il giro del Portogallo e nel 2011 la Vuelta a Castilla y

Leòn.

http://it.wikipedia.org/wiki/Xavier_Tondó

Il 30 maggio, a 82 anni, morì il giornalista Biagio Agnes che lavorò

anche come direttore generale della Rai.

http://it.wikipedia.org/wiki/Biagio_Agnes

L'anarchico cantautore pugliese Enzo Del Re, ci lasciò il 6 giugno a 67

anni.

http://it.wikipedia.org/wiki/Enzo_Del_Re

Il 19 luglio morì il famoso politico Remo Gaspari della Democrazia

Cristiana.

http://it.wikipedia.org/wiki/Remo_Gaspari

Il 21 luglio morì il pittore britannico di origini tedesce Lucian Freud,

nipote di Sigmund Freud.
E' stato fra i più influenti pittori ritrattisti, famoso per far

stendere le modelle e i modelli su stracci colorati e per aver ritratto

la regina Elisabetta e la modella Kate Moss senza alcun tipo di

concessione estetizzante.

http://it.wikipedia.org/wiki/Lucian_Freud

Il 23 luglio ci lascia un altro artista, ovvero la cantante inglese Amy

Winehouse, morta a 27 anni per abuso di alcol.

http://it.wikipedia.org/wiki/Amy_Winehouse

Il 25 luglio morì uno sportivo, lo sciatore freestyle Jaret Peterson che

all'età di 29 anni, dopo essere stato arrestato per guida in stato di

ebrezza, si suicidò con un'arma da fuoco.

http://it.wikipedia.org/wiki/Jaret_Peterson

Il 28 luglio morì il fotografo italiano Pablo Volta, famoso per il suo

reportage in Sardegna negli anni '50 e per aver realizzato dei

documentari su Parigi per la Rai.

http://it.wikipedia.org/wiki/Pablo_Volta

Sempre il 28 luglio venne assassinato a Bengasi Abd al-Fattah Yunis,

67enne comandante militare dell'Esercito nazionale di Liberazione

libico, e già ministro dell'interno e comandante delle forze speciali.

http://it.wikipedia.org/wiki/Abd_al-Fattah_Yunis

Il 30 luglio, a 57 anni, morì improvvisamente durante una salita in

bicicletta, il giornalista de La Repubblica Giuseppe D'avanzo, famoso

per le inchieste sulla mafia, terrorismo e servizi segreti. Il suo

ultimo libro, uscito postumo per La Repubblica, si intitola "Inchiesta

sul Potere".
Venne spiato dal Sismi di Niccolò Pollari, già artefice dei dossier

illegali realizzati con Telecom.

http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_D'Avanzo

Il 31 luglio morì a 85 anni il partigiano e rivoluzionario comunista

Lorenzo Parodi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Lorenzo_Parodi

Sempre il 31 luglio, a 51 anni, morì l'ex portiere Andrea Pazzagli, che

per 2 anni giocò nel Milan di Arrigo Sacchi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Pazzagli

Jane Lane, frontman della band pop-metal Warrant, morì l'11 agosto a 47

anni.

http://it.wikipedia.org/wiki/Jani_Lane

Il 17 agosto morì Gualtiero Jacopetti, 92enne ex giornalista e

documentarista famoso per i suoi reportage africani nell'epoca della

decolonizzazione.

http://it.wikipedia.org/wiki/Gualtiero_Jacopetti

Il 29 agosto venne ammazzato da un missile delle forze militari aeree

britanniche, il 28enne figlio del dittatore libico Gheddafi, Khamis

Gheddafi, comandante della 32^ brigata.

http://it.wikipedia.org/wiki/Khamis_Gheddafi

Il 4 settembre morì Mino Martinazzoli, famoso politico della Democrazia

Cristiana e ministro della Giustizia negli anni '80.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mino_Martinazzoli

Il 6 settembre morì il 64enne Michael Hart, il fondatore del Project

Gutenberg, ideato per rendere gratuitamente disponibili, su Internet, i

testi elettronici liberi da copyright.

http://it.wikipedia.org/wiki/Michael_Hart

L'11 settembre morì il cantante Gino Latilla (attivo nella fine degli

anni '50), divenuto poi giornalista in Rai e anche membro della loggia

massonica P2.

http://it.wikipedia.org/wiki/Gino_Latilla

Il 13 settembre morì il famoso alpinista e giornalista Walter Bonatti

all'età di 81 anni che, da giovanissimo, lavorò in fabbrica per poi

esercitarsi di domenica nelle montagne lombarde.

http://it.wikipedia.org/wiki/Walter_Bonatti

Il 26 settembre, a 78 anni, morì Sergio Bonelli, fumettista ed editore

italiano che diede vita a Tex, Zagor, Dylan Dog, ecc.

http://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Bonelli

Il 5 ottobre morì l'inventore e imprenditore statunitense Steve Jobs,

fondatore della Apple, divenuto un marchio sempre più prestigioso in

questi ultimi anni.

http://it.wikipedia.org/wiki/Steve_Jobs

Il 5 ottobre morì Pietro Lombardi, lottatore e campione olimpico ai

Giochi olimpici di Londra 1948.

http://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Lombardi

Il 20 ottobre a Sirte, Libia, venne ucciso dai ribelli libici il

militare e dittatore libico Muammar Gheddafi, che stava scappando

attraverso il desderto.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mu'ammar_Gheddafi

Nello stesso giorno, venne ucciso, sempre dai ribelli libici, anche il

figlio 34enne Mutassim Gheddafi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mutassim_Gheddafi

A 84 anni, il 22 ottobre morì Don Enzo Mazzi, conosciuto anche come il

"prete del dissenso", per via della sua solidarietà verso i cattolici

che negli anni '60 non si riconoscevano nella politica della D.C.
Scrisse anche per La Repubblica e Il Manifesto.

http://it.wikipedia.org/wiki/Enzo_Mazzi

Durante una gara di MOTOGP in Malesia, il 23 ottobre morì a seguito di

un incidente, il 24enne pilota Marco Simoncelli.
Nel 2008 vinse il Motomondiale classe 250.

http://it.wikipedia.org/wiki/Marco_Simoncelli

Il 27 ottobre morì lo psicanalista e saggista James Hillman

http://it.wikipedia.org/wiki/James_Hillman

Il 31 ottobre, a 70 anni, dopo aver subito un intervento chirurgico al

cuore, morì il famoso e prolifico attaccante ungherese Florian Albert.
Vinse il Pallone d'Oro nel 1967 e la Coppa delle Fiere nel 1965.
Divenne capocannoniere della Coppa dei Campioni del 1966, della Coppa

delle Fiere nel 1967 e del Campionato mondiale di calcio del 1962

disputatosi in Cile.

http://it.wikipedia.org/wiki/Flórián_Albert

Il 20 novembre morì il famoso designer e imprenditore Sergio Scaglietti

che fondò la Carrozzeria Scaglietti e lavorò proficuamente per la

Ferrari di Enzo Ferrari.

http://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Scaglietti

Il 27 novembre si suicidò, a 42 anni, l'allenatore gallese ed ex

calciatore Gary Speed. Sconosciuti i motivi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Gary_Speed

Il 28 novembre morì suicida, con la tecnica del "suicidio assistito"

(per la quale si recò in Svizzera, dove è legale), il 79enne Lucio

Magri, politico e giornalista fondatore de Il Manifesto.
La morte della moglie lo fece sprofondare in una cupa depressione.

http://it.wikipedia.org/wiki/Lucio_Magri

Il 4 dicembre morì a 57 anni l'ex calciatore e telecronista brasiliano,

Socrates, noto per il suo impegno politico contro la dittatura militare

che vigeva in Brasile negli anni '70/'80.
I calciatori e i tifosi della sua ex squadra, il Corinthians, gli

diedero l'ultimo saluto col pugno chiuso verso il cielo.

http://it.wikipedia.org/wiki/Sócrates

Il 15 dicembre, a 62 anni, morì il giornalista e saggista statunitense

Christopher Hitchens, noto fra le varie cose, per un articolo e un

documentario su Madre Teresa di Calcutta, da lui definita "il rapace di

Calcutta".

http://it.wikipedia.org/wiki/Christopher_Hitchens

Il 17 dicembre, per un cancro al seno (donne, fate la mammografia!!!)

morì la 28enne modella brasiliana Eva Ekvall.

http://it.wikipedia.org/wiki/Eva_Ekvall

Sempre il 17 dicembre, morì il dittatore nordcoreano Kim Jong-Il.

http://it.wikipedia.org/wiki/Kim_Jong-il

Il 18 dicembre morì lo scrittore, attivista anticomunista e politico

cecoslovacco Vaclav Havel, per 10 anni presidente della Repubblica Ceca

(1993-2003).

http://it.wikipedia.org/wiki/Václav_Havel

Il 25 dicembre morì lo scrittore e giornalista de La Repubblica e L'Espresso Giorgio Bocca.

http://it.wikipedia.org/wiki/Giorgio_Bocca

A seguito di un terribile incidente automobilisto, il 27 dicembre morì l'ex calciatore brasiliano Catè, che giocò 15 partite in Italia con la Sampdoria nel 1999.

http://it.wikipedia.org/wiki/Catê

Il 30 dicembre morì Mirko Tremaglia, politico di destra, in Parlamento dal 1972. Si battè per il diritto di voto degli italiani all'estero e fu contro il reato di clandestinità introdotto da Fini e Bossi.
Nel 2004, però, dopo la bocciatura della nomina del cattolico Buttiglione a commissario europeo per le sue posizioni omofobe, strillò che l'Europa era in mano ai culattoni.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mirko_Tremaglia

Il 31 dicembre morì Luigi Maria Verzé, meglio noto come Don Verzé, fondatore dell'ospedale San Raffaele di Milano e dell'Università Vita-Salute San Raffaele.
Fu condannato per corruzione, abuso edilizio e ammirò Berlusconi, Fidel Castro e Muammar Gheddafi.
Aveva inoltre contatti col Sismi di Pio Pompa che lo aggiornava sulle attività istituzionali, in modo da poter trarre vantaggi per le sue attività imprenditoriali.

http://it.wikipedia.org/wiki/Luigi_Maria_Verzé

Nessun commento: