17 maggio 2014

Cos'è l'omofobia?

Oggi c'è stata la giornata contro l'omofobia.

Cosa vuol dire?

Omofobia significa letteralmente paura delle persone appartenenti al proprio sesso. Non dobbiamo però pensare ad un maschio che ha paura di vedere per strada un altro maschio o una femmina un'altra femmina. Col termine omofobia si intende infatti quella persona, di qualsiasi sesso, che nutre paura financo odio verso le persone omosessuali, quelle cioè a cui piace fare sesso con gente dello stesso sesso.. ovvero maschio con maschio e femmina con femmina.

Molti provano ribrezzo nel vedere due persone dello stesso sesso che si baciano, ma pensate che pochi decenni fa c'era gente provava la stessa sensazione di disgusto nel vedere un maschio e una femmina baciarsi, infatti fino agli anni '50 dello scorso secolo in Italia era un'azione proibita. L'Italia è famosa per essere un paese sessuofobico, che ha paura del sesso, che non riesce ad immaginare l'amore/sesso libero (perché deve sempre incentrarsi sulla riproduzione, altrimenti il marito padre-padrone rischia poi di dover mantenere figli altrui) figurarsi se può concedere spazi agli omosessuali. Questi devono rimanere simpatiche macchiette per il mondo dello spettacolo e basta, non devono sposarsi, poter adottare figli, non devono neanche baciarsi in pubblica piazza e neanche diffondere volumi gay o semplicemente antiomofobia, altrimenti i cattotalebani e i nazi vanno in allarme pensando che le prossime generazioni diventino tutte omosessuali.

La gente italiota (ma purtroppo non solo) è omofobica ma allo stesso tempo adora la monogamia a tal punto che ogni "due per tre" ammazza il partner.

Nessun commento: