26 marzo 2015

GERMANWINGS: il fallimento delle misure di sicurezza antiterrorismo

L'aereo tedesco che è caduto nelle montagne francesi rispettava, ovviamente, le non più recentissime misure di sicurezza adottate dopo l'11 settembre 2001.

Una di queste vuole che la cabina di pilotaggia sia apribile solo dall'interno, se ho capito bene, per cui il pilota che è uscito (immagino per andare in bagno) non è più potuto rientrare e il co-pilota, forse malato di depressione, è riuscito a fare ciò che purtroppo desiderava, ovvero schiantarsi col suo amato/odiato aereoplano. E qua si potrebbe aprire un'altra discussione o un altro post su un lavoro da sogno che, una volta diventato appunto lavoro, diventa semplice e noiosa routine che schiaccia i propri pensieri, il proprio corpo, la propria vita con estenuanti orari di lavoro (immagino). Alla fine, se ci pensate bene, anche fare lo sportivo professionista e milionario non è una pacchia, perché praticamente ogni giorno dell'anno si è costretti a recitare questa parte dello sportivo professionista, senza possibilità di provare cose nuove o anche solo di fare nulla, per cui ad alcuni gocatori può anche venire un certo senso di nausea.

Torniamo a questa misura di sicurezza:
secondo voi può essere utile per ostacolare il "lavoro" dei dirottatori terroristi?
Secondo me NO, ed ecco perché.
Per un semplicissimo motivo: i terroristi possono riuscire a farsi aprire la cabina con qualsiasi scusa (ad esempio facendo parlare le hostess) e una volta entrati posso sbattere via tutti quanti e chiudersi dentro..

FOLLIA PURA!

Nessun commento: