11 luglio 2012

Terremoto: da Alfonso II alla cricca

Pensate che differenza fra ieri e oggi, viene voglia di rivalutare il MedioEvo, era in cui la troppa superstizione stimolò alcuni cervelli che si sentivano imprigionati dalla religione nel cercare la verità delle cose, senza accontentarsi di stupide storielle.

Dopo il terremoto del 1570 in Emilia, il duca di Ferrara, Alfonso II d'Este, chiamò l'architetto Ligorio il quale affermò che "il compito dell'intelletto umano è difendersi dai terremoti."

Oggi i berluscones invece dicono/direbbero: "Compito dell'intelletto umano è scatenare quanti più terremoti possibili, per costruire tante belle new town!" 

Nessun commento: