12 novembre 2011

Pro e contro di Mario Monti


Pro:


"Sotto la sua guida la Commissione Europea approfondisce il ruolo di controllo della concorrenza, inaugurando il procedimento contro la Microsoft (tuttora in corso) e bloccando nel 2001 la proposta di fusione tra General Electric e Honeywell, considerata contraria alle normative antitrust."

"Nel 2004 il governo Berlusconi II decide di non indicarlo per un terzo mandato nella commissione Barroso."

Contro:

"E' presidente europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg."

"Dal 2005 è international advisor per Goldman Sachs e precisamente membro del Research Advisory Council del Goldman Sachs Global Market Institute. È advisor della Coca Cola Company."

Neutro:

"In economia Monti sostiene il mercato, le liberalizzazioni e il rigore dei conti pubblici"

Io so che il segno - ha il potere di modificare il risultato a suo favore anche là dove incontra il segno +, quindi, per me, Mario Monti è scartato.

Condivido in pieno l'articolo, la riflessione, di Alessandro Gilioli (clicca qui) che, dopo essersi posto mille domande sulle sue future azioni, afferma: "E la risposta è sempre la stessa, cioè che al momento non ne sappiamo una mazza, né io né voi, quindi siamo costretti a dire di sì o di no al buio, cioè il contrario della trasparenza, cioè il contrario della democrazia: in nome dell’emergenza economica e della salvezza nazionale."

Nessun commento: