13 novembre 2012

Morti all'aeroporto, negli stabilimenti, per strada.. Che bella società

Incidenti mortali sulle strade, nelle fabbriche, negli aeroporti, nei cantieri..

Non si dovrebbe parlare di incidenti, perché non sono cose che improvvisamente interrompono il corso normale delle cose, ma sono avvenimenti tragici che si ripetono sempre.

Tutta questa nostra tecnica ci uccide, non era meglio continuare a vivere da primitivi?
Al massimo si veniva sbranati da qualche belva, ma in generale se guardiamo le tribù primitive presenti ancora ai giorni nostri, vediamo che questo non è un problema e che vivono senza la paura di vedersi travolgere da un tir o da travi.. Sicuramente chi perpetua dall'alto il nostro sistema non ne parlerà mai male perché ci guadagna milioni/miliardi stando comodamente dentro uffici e ville super sicure e lussuose.

E voi che denigrate il primitivismo siete loro complici. Però vi lamentate..

Vediamo gli ultimi casi:
Travolti da un ponte
Morto schiacciato tra carrello e portellone dell'Airbus
Morto giovane all'ILVA

Nessun commento: