9 maggio 2015

REDDITO CITTADINANZA M5S

Non chiedetemi se ci sono i soldi per il cosidetto "reddito di cittadinanza", chiedetemi pure, invece, se è il termine appropriato.

Secondo me non lo è perché sembrerebbe voler dire che tutti quanti possano percepire una sorta di piccolo (mica tanto piccolo) assengo mensile per il semplice fatto di avere la cittadanza italiana.
Per molti che si informano distrattamente tramite il TG1 o TG4, viene facile pensare che la proposta del M5S sia proprio così, invece riguarda il mantenimento parziale per un numero limitato di anni (mi pare 2), entro i quali il cittadino beneficiario deve per forza frequentare dei corsi professionali e accettare almeno il terzo lavoro propostogli.

Il problema è che al momento, e mica tanto solo per il momento, sono almeno 3 milioni se non di più i possibili beneficiari, perché son tanti i giovani e gli adulti e pure i pensionati, ad avere un reddito o nulla o molto basso, per cui è veramente difficile trovare le risorse. Inoltre se il M5S, come a me è parso, bada solo ai giovani o agli adulti, bisogna considerari gli adulti che vanno verso la terzà (over 60) e che vivono da esodati senza pensione, e gli anziani che non possono certamente trovare un lavoro!!
Per cui se non erro dai 3 milioni passiamo tranquillamente a 5 milioni. Sarebbe ingiusto eliminare una fetta di popolazione che non ha colpe se non quella di avere qualche anno in più.

Io lo chiamerei Reddito di sussistenza temporaneo, che ne dite?
E non penso, come alcuni, che impigrirebbe le persone, gli italiani, perché primo son comunque soldi che tornano a circolare, e secondo perché con quei soldini la gente può pensare di aprire piccole attività.
Considerando che sarebbe un assegno di breve durata, non penso che la gente possa pensare di andare al mare tutti i giorni per tutta la vita come ipotizzava quella cretina della Fornero!

Nessun commento: