5 maggio 2015

Il camperista e la moglie inviperita


Per ben due volte, in questo breve articolo del Corriere, viene menzionata la moglie del prima sfortunato e poi fortunato camperista.

Infatti prima leggiamo che, alla notizia del furto del camper, la moglie è inviperita, poi, una volta che i poliziotti di Quarto Oggiaro (MI) lo hanno ritrovato in un campo rom, ecco che la moglie, addirittura, dà la benedizione per un bel viaggetto.

Ma soprattutto notiamo come il camper pare essere solo del marito, con la moglie che come in una commedia recita la parte di un essere fastidioso (molto peggio di Pina che anzi povera donna era sempre accondiscente e succube del mitico ragionere), che prima fa sentire un pirla il marito anche se questo è privo di colpe, e che poi cambia umore e se ne va in giro con lui, ma solo perché ha il camper, mica perché gli piace stare con lui, d'altronde è ormai chiaro a tuttiche la gente si sposa se i due hanno lo stesso stipendio o la stessa visione della vita da un punto di vista consumistico.

PS: ovviamente gli schifosi zingaracci avevano pensato bene di prendere tutto ciò che c'era all'interno e anche di cambiare targa.. Resta da capire dopo questa visita degli zingaracci zozzi, come abbia poi potuto la mogliettina dare il via libera per il viaggio.. io prima anche solo di salirci avrei chiamato una squadra di esperti disinfestatori!

Nessun commento: