3 giugno 2010

Bum bum festeggiamo

Bravo Andrea, ottimo articolo che con una foto ed un dato ben preciso mostra cos'è la "Festa della Repubblica" (clicca qui).

Anche io mi sono espresso su questa festa ed ho generalizzato alla grande, in modo negativo, perchè più ci si informa e più si prende coscienza da chi siamo comandati.

Questa festa è una parata militare. Quando ci son da fare applausi ci son sempre e solo i soldati. Perchè? Se li devono ingraziare forse. Han paura di qualcosa i nostri governanti? Beh, certo, chi ha le armi va sempre trattato bene..


Riflettiamo in silenzio e poi chiediamo ai governanti:

"Cosa centra l'esercito italiano con la nascita della Repubblica Italiana se questa è nata grazie a forze straniere e combattenti ribelli italiani come comunisti, anarchici
, cattolici ed ex soldati fascisti che han dato la vita, senza alcun esercito regolare, per liberarci dal regime nazifascista?"

La Festa dev'essere del popolo, anche dei militari certo, ma io direi di tutti quanti gli italia che scedono in piazza in abiti borghesi, compresi gli impiegati fannulloni e le infermiere da 1.000 euro (che non arrivano) al mese che non riescono a pagare il mutuo, non solo chi impugna armi (che messaggio è? Che la "democrazia" è un fatto di sangue e non di civiltà? Certo, ma dovrebbe valere solo quando c'è da annientare un regime che ci..annienta) che a volte fa il soldato solo perchè è l'unico lavoro disponibile e sicuro al Sud Italia. Ciò ricorda un pò l'arruolamento dei poveri neri, e non solo, negli USA per la guerra in Iraq e Afghanistan; ecco spiegato il motivo perchè non si vuole combattere la povertà, casomai qualche aiutino, ma tutto torna presto come prima.

La Festa dell'esercito già c'è!

Oggi tutti i perbenisti cattocomunisti a lamentarsi dell'assenza dei leghisti. Non fate i fascisti (o i comunisti): ognuno ha le proprie idee e dovete rispettarle!

2 commenti:

Alessandro Cavalotti ha detto...

Infatti, la Lega è furba ad usare il bastone e la carota con i suoi elettori, mostrando il lato secessionista nelle partecipazioni a feste, parate eccetera, mentre in Parlamento vota a favore di provvedimenti che più statalisti di così non possono essere. Quanto alla sfilata militare, mi ha sempre dato alla nausea, ma mi fa ancora più schifo sapere quanto denaro si spenda per l'esercito: http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/grubrica.asp?ID_blog=41&ID_articolo=828&ID_sezione=56&sezione=

Dannox ha detto...

Hai ragione, la Lega è populista: al Nord dice una cosa, poi però se ne va a Roma e tutto rimane come prima se non peggio!

Sì, 40 miliardi l'anno per le missioni di pace, che ora non si chiamano più così perchè iniziamo a guerreggiare alla grande!