28 novembre 2011

Il treno di scorie serve a ricordarci dove viviamo

Avete letto del treno che annualmente, da più di 15 anni, va dalla Francia alla Germania portando con sè tanti bei fusti carichi di scorie nucleari con un livello di radioattività, secondo Greenpeace, superiore di ben 4 volte quello rilasciato dall'esplosione di Fukushima?

Questi avvenimenti che trovano spazio nei giornali grazie alle proteste di anarchici, ambientalisti ed agricoltori dei luoghi attraversati, servono per ricordarci che la nostra società non è tanto fondata sull'Euro o il Dollaro come ci dicono gli esperti, quanto sull'energia prodotto nelle più svariate inquinanti (petrolio, carbone) e pericolose (atomo) maniere.

E' come se ci fosse costantemente un pericolo dietro l'angolo..

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

il fatto è che quelli che protestano dovrebbero proporre altri siti per le scorie che del resto non possono finire sulla luna

Danx ha detto...

Comprendi però il fatto che trasportare tonnellate di scorie è pericolosissimo?
E sono operazioni che cercano di fare di nascosto non a caso, indipendentemente dal governo in carica!