28 novembre 2011

Tutti in cucina a parlare di nulla


C'è un crescendo di programmi sulla cucina, le nostre case sono invase da libri di cucina, su Internet è pieno di siti di appassionati ed esperti di cucina e ora questi osano pure riprendersi per diffondere i loro ologrammi su YouTube.

Perchè?

Va bene voler mangiare cose sane, volersi prepare dei piatti particolari, ma perchè divulgarlo in giro?
Per diffondere una sana cultura, rispondete voi infastiditi dalla mia stupida domanda.
Ma perchè riprendere per mezz'ora uno che taglia, cuoce, condisce e abbellisce?

Sono sicuramente gesta che infondono calore, sicurezza, certezza verso il presente e il futuro in un mondo con rapporti liquidi, in ambienti asettici.
Ma perchè non elevarsi anzichè fare l'elenco delle verdure e dei vari prodotti? Se il fine della cucina è sentirsi meglio, carichi di energia, perchè appiattirsi nell'elencare e nel mostrare? Il mangiare avrà un fine che non sia il magnare, o no? Mangiare per poi rimangiare non è il massimo dell'intelligenza.
Non sarebbe meglio fare dei video dove uno cucina, poi mangia, dopodichè esclama: Ora sì che ho incamerato il giusto quantitativo di energia per entrare alla veloce in chiesa, mascherarmi da vecchina e derubare il prete di tutte le offerte!!!!

Il cibo ci serve per vivere, non per ammirarlo!

Nessun commento: