29 novembre 2011

10 o 20 miliardi di mazzate - Ehy ma chi è Rehn?




Leggendo di Rehn, un capoccia europeo, che avrebbe dato l'elenco di cose da fare a Monti, mi sono venuti i brividi.
La prima cosa menzionata è il taglio alle pensioni previdenziali.
Impossibile, già senza alcuna "riforma" (riformare, ridare una forma che prima c'era poi è scomparsa, sarà ma a me sembra una decostruzione) i giovani saranno senza pensione come dice il titolo di questo libro di Ignazio Marino.
Come scrive un lettore del Fatto, è inutile andare a votare (e io dico, è stato stupido passare anni ad insultare solo Berlusconi, anzichè tutto il sistema) se poi le decisioni importanti, quelle che riguardano il nostro portafoglio e la nostra vita lavorativa (leggete qui dei nuovi Fantozzi), vengono decise altro che da governi tecnici eletti solo dal presidente della Repubblica, ma da..., ehy, chi diavolo l'ha messo Rehm?

2 commenti:

ventopiumoso ha detto...

hai ragione, che altro dire.
non è ancora abbastanza vuota la pancia media italiota ed europota.
poi si vedrà.

Danx ha detto...

E' che non c'è unione.
Ognuno protesta per i torti che riceve lui, non il vicino di casa e il vicino di casa fa altrettanto.