29 novembre 2011

Lo strano mondo, ma uguale a quello reale, degli internauti

L'avete notato?

Se si crea una discussione, ad esempio su Facebook, dove, sempre ad esempio, si vuole discutere ridendo dei gay, si viene subito aggrediti o quasi, e con subito intendo proprio subito, tipo 5 secondi dopo aver postato quella frase o quella domanda sibillina.

Se invece si postano dei link di articoli riguardanti l'economia, ecco il vuoto assoluto, il silenzio più..assordante, il menefreghismo generale.

Internet specchio del mondo reale: discussioni terra-terra che imperano con urla da mercato rionale, altrimenti tutti zitti a contarsi i peletti sullo stomaco, tranne quando si deve insultare Silvio, causa di ogni male della millenaria società patriarcale!

1 commento:

Inneres Auge ha detto...

almeno nei blog c'è più serietà, soprattutto più scelta. Nei social network i pecoroni comandano