4 dicembre 2011

Questa è l'Italia che amo

Finalmente il mio sogno s'è realizzato: la Padania sembra stia per nascere!



''Spero possa nascere quella separazione consensuale sul modello della Cecoslovacchia che noi cerchiamo da tempo''
Roberto Calderoli (ANSA)



Lo so che ora stanno parlando Monti (s'è tolto, non tagliato, completamento tolto lo stipendio da premier e da ministro dell'economia), Fornero (riforma delle pensioni che l'ha commossa, non sa a noi che effetto ci fa!) e Passera (cantieri su cantieri!!) in una delicata conferenza stampa sulla equa riforma economica da 25 miliardi di Euro, ma questo è un evento epocale, non si tratta di soldini, ma di mezzo c'è il cuore, c'è vita nuova!!!

C'è però un problema: se si "secessionano" dall'Italia, dovranno rinunziare anche alla lingua italiana.
Ora, la Padania non è così piccola e ci sono tanti e diversi dialetti. Già uno che sta a Torino non comprendo uno di Asti, idem uno di Bergamo con uno di Brescia.. Soluzione: tanti nuovi micro-stati?
Un ulteriore problema sono gli immigrati sia del sud Italia che del resto del mondo.

Nessun commento: