8 dicembre 2011

Monti contestato alla Scala - Le grandi verità

Monti contestato al teatro la Scala di Milano, eh vabbè, è la vita di chi sta in alto: privilegi e insulti, insulti e privilegi.

Ma la grande verità è questa che riporto qui sotto (è un commento trovato in un altro blog):

"Non c’è giustizia: a Berlusconi hanno tirato di tutto, anche se ha reso gli italiani ricchi; a Monti, che ha reso gli italiani poveri, solo un uovo".


Ma la cosa più schifosa sono state le risposte dei vari politici che ieri sera hanno fatto uscire dalla bocca ancora la parola "sobrietà".
Ma cosa vuol dire? Sobri. E allora? Non esistono ladri sobri secondo voi? Mica vuol dire morigerato, amondano, onesto. Chi va in quel teatro all'inaugurazione è un riccone sprecone che fa ammazzare non sono quanti animali per le pellicce.
Originale la trovata dei contestatori:


alcuni del cub sono arrivati fin sotto l'ingresso del teatro, uscendo da una limousine bianca al grido "Cambia l'orchesta, ma la musica è sempre la stessa!" Ovviamente, così, non potevano fare molti metri e  sono stati subito riconosciuti e allontanati dalla Polizia.

Nessun commento: