7 dicembre 2011

La Natura è Anti-Stato, le mafie sono degli Stati

Con l'arresto dell'ultimo boss dei Casalesi, operazione di polizia (non culturale, che quindi non estirperà il cancro di tutti i malavitosi nel D.N.A.), i soloni del giornalismo applaudono dicendo che è stato così abbattuto l'Anti-Stato.


Camorra = Anti-Stato?
Quindi gli anarchici, i primitivi, gli animali (!) son camorristi? Spiegatemi bene che non capisco le vostre idiozie!

La Natura è anti-Stato; lo Stato è una invenzione patriarcale nata dopo decine di migliaia di anni la comparsa dell'uomo e la Camorra, le mafie in generale, sono nel loro piccolo (o in alcuni casi nel loro grande, essendo organizzazioni internazionali come quelle dedite alla produzione e spaccio di droga o al traffico di esseri umani - donne, fatte diventare prostitute -), invenzione nata grazie all'intelligenza crescente che ha potuto creare una società, una civiltà (o diverse civiltà strutturate alla fine nello stesso modo, o meglio, con lo stesso fine), in cui pochi si ergono a livello di dei dotati del potere di vita e di morte sui membri della comunità sottoposta ad accettare regole e leggi ideate da pochi che vengono ritenuti inizialmente "illuminati" perchè più sapienti (SAPERE=POTERE!) e dopo, a volte, ritenuti dei mascalzoni, dei dittatori, ma questa società ormai millenaria plasma le menti della gente fin dalla più tenera età, riuscendo a ritenere la gerarchia e, addirittura, l'esistenza dello Stato come un fatto ineluttabile e naturale!

La mafia, le mafie, non sono forse organizzazioni che, proprio come lo Stato, obbligano le persone che risiedono in un dato territorio che queste mafie ritengono loro, a rispettare le loro leggi?



Mafia=Stato, da cui Stato=Mafia.Questa è la storia, questa è la logica!

Nessun commento: